Archivio per la categoria ‘L'angolo della lettura’

Io e Te

Monday, December 17th, 2012

io e te ammaniti

Autore: Niccolò Ammaniti

Editore: Einaudi

- Caffè?
Una cameriera mi scruta da sopra la montatura degli occhiali. In mano ha un thermos argentato.
Le porgo la tazza. - Grazie.
Me la riempie fino al bordo. - E’ venuto per la fiera?
Faccio segno di no con la testa. - Che fiera?
- La fiera dei cavalli.
Mi guarda. Si aspetta che le dica per quale ragione mi trovo a Cividale del Friuli. Alla fine tira fuori un blocchetto. - Che stanza ha?
Le mostro la chiave. - Centodiciannove.

(more…)


Argomenti: , ,

Ritieni questo post utile o interessante?
Condividi

Bleak House

Friday, April 20th, 2012

dickens

Charles Dickens

Implacabile clima di novembre. Tanto fango nelle strade che pare che le acque si siano da poco ritirate dalla superficie della terra e non stupirebbe incontrare un megalosauro di 12 metri o gi√Ļ di l√¨, a strisciare come una lucertola gigantesca lungo Holborn Hill. Il fumo scende dai comignoli in una soffice acquerugiola nera con fiocchi di fuliggine grandi come fiocchi di neve (vestiti a lutto, si potrebbe pensare, per la morte del sole).

(more…)


Argomenti: , , ,

Ritieni questo post utile o interessante?
Condividi

Le Quattro Cose Ultime

Saturday, November 12th, 2011

Le Quattro Cose Ultime

Titolo originale: The Last Four Things

Autore: Paul Hoffman

Editore: Nord

PROLOGO

Immagina. Un giovane sicario, appena un ragazzo, accuratamente nascosto tra gli alti giunchi verdi e neri che crescono in abbondanza lungo i fiumi della Vallombrosa. E’ da molto tempo che aspetta ma, a modo suo, √® una creatura paziente, ed √® in attesa di una cosa che forse gli √® pi√Ļ cara della vita.

(more…)


Argomenti: , , ,

Ritieni questo post utile o interessante?
Condividi

Il porto degli spiriti

Sunday, November 21st, 2010

porto degli spiriti

Titolo originale: Människohamn

Autore: John Ajvide Lindqvist

Editore: Farfalle Marsilio

Due persone piccole e un grande masso (luglio 1984)

Si tenevano per mano.
Lui aveva tredici anni, lei dodici. Se qualcuno del gruppo li avesse visti sarebbero morti all’istante di vergogna. Si inoltravano nel bosco di abeti, attenti a ogni rumore e a ogni movimento, quasi fossero l√¨ per una missione segreta. In qualche modo era cos√¨: sarebbero stati isieme, anche se ancora non lo sapevano.

(more…)


Argomenti: ,

Ritieni questo post utile o interessante?
Condividi

La mano sinistra di Dio

Monday, May 31st, 2010

la mano sinistra di dio

Titolo originale: The Left Hand of God

Autore: Paul Hoffman

Editore: NORD

Ascolta. Il Santuario dei Redentori, in cima a Shotover Scarp, prende il nome da una maledetta fandonia, perch√® √® un luogo che non da nessun rifugio e offre ben poca redenzione. E’ circondato, a perdita d’occhio, da un’arida boscaglia e da erbacce striminzite e si fatica a distinguere l’estate dall’inverno. In altre parole, fa sempre un freddo cane, in qualsiasi stagione. Quelle rarissime volte in cui non √® oscurado da una sudicia coltre di fuliggine, il Santuario si vede a miglia e miglia di distanza, ed √® fatto di selce, calcestruzzo e farina di riso. La farina rende il calcestruzzo pi√Ļ duro della pietra e questo √® uno dei motivi per cui il carcere - perch√®, in verit√†, √® di questo che si tratta - ha resistito a numerosi tentativi di assedio; tentativi considerati cos√¨ futili che da secoli, ormai, nessuno provava pi√Ļ ad assediare il Santuario di Shotover.

(more…)


Argomenti: , ,

Ritieni questo post utile o interessante?
Condividi

Il sentiero dei nidi di ragno

Sunday, September 6th, 2009

il sentiero dei nidi di ragno

Titolo originale: Il sentiero dei nidi di ragno

Autore: Italo Calvino

Editore: Mondadori

Per arrivare fino in fondo al vicolo, i raggi del sole devono scendere diritti rasente le pereti fredde, tenute discoste a forza d’arcate che traversano la striscia di cielo azzurro carico. Scendendo diritti, i raggi del sole, gi√Ļ per le finestre messe qua e l√† in disordine sui muri, e cespi di basilico e di origano piantati dentro pentole ai davanzali, e sottovesti stese appese a corde; fin gi√Ļ al selciato, fatto a gradini e a ciottoli, con una cunetta in mezzo per l’orina dei muli. Basta un grido di Pin, un grido per incominciare una canzone, a naso all’aria sulla soglia della bottega, o un grido cacciato prima che la mano di Pietromagro il ciabattino gli sia scesa tra capo e collo per picchiarlo, perch√® dai davanzali nasca un’eco di richiami e d’insulti.

(more…)


Argomenti: , , ,

Ritieni questo post utile o interessante?
Condividi

Io non ho paura

Sunday, April 26th, 2009

io non ho paura

Titolo originale: Io non ho paura

Autore: Niccolò Ammaniti

Editore: Einaudi

Stavo per superare Salvatore quando ho sentito mia sorella che urlava. Mi sono girato e l’ho vista sparire inghiottita dal grano che copriva la collina. Non dovevo portarmela dietro, mamma me l’avrebbe fatta pagare cara. Mi sono fermato. Ero sudato. Ho preso fiato e l’ho chiamata. -Maria? Maria?
Mi ha risposto una vocina sofferente. -Michele?

(more…)


Argomenti: , , , ,

Ritieni questo post utile o interessante?
Condividi

Lettera a un bambino mai nato

Friday, April 3rd, 2009

oriana fallaci

Titolo originale: Lettera a un bambino mai nato

Autore: Oriana Fallaci

Editore: Biblioteca Universale Rizzoli

Stanotte ha saputo che c’eri: una goccia di vita scappata dal nulla. Me ne stavo con gli occhi spalancati nel buio e d’un tratto, in quel buio, s’√® acceso un lampo di certezza: si, c’eri. Esistevi. E’ stato come sentirsi colpire in petto da una fucilata. Mi si √® fermato il cuore. E quando ha ripreso a battere con tonfi sordi, cannonate di sbalordimento, mi sono accorta di precipitare in un pozzo dove tutto era incerto e terrorizzante. Ora eccomi qui, chiusa a chiave dentro una paura che mi bagna il volto, i capelli, i pensieri. E in essa mi perdo.

(more…)


Argomenti: , , ,

Ritieni questo post utile o interessante?
Condividi