L’atteggiamento giusto per chiedere un aumento di stipendio

Notizia del: June 9th, 2015

how to ask for a raiseChiedere un aumento è un’arte. Difficile, ma si può imparare. L’importante è arrivare preparati. Ecco qualche consiglio del New York Times per non sbagliare tattica e andare sul sicuro

I manager migliori sanno quando è il momento di aumentare la paga per un lavoro ben svolto. Ma se il vostro stipendio non varia da un pezzo, ma voi pensate di meritarvi di più? Chiedere un aumento si rivela sempre una conversazione ardua. Potrebbe essere difficile trovare il giusto approccio con il datore di lavoro. Dovete dimostrare in che modo avete aggiunto valore all’azienda e avete fatto la differenza. E, come per qualsiasi tipo di negoziazione, dovreste provare a mettervi nei panni dell’altra persona, e di conseguenza pensare al giusto approccio. Dovete riflettere sul perchè il vostro capo dovrebbe accordarvi la richiesta. Ecco come prepararvi.

DIMOSTRARE IL PROPRIO VALORE

La preparazione è critica. A rafforzare la vostra richiesta sono i fatti concreti sul contributo che avete apportato: efficienza nel risparmio, risultati ottenuti da un progetto che avete supervisionato o le lodi che vi hanno fatto i superiori. Il datore di lavoro potrebbe non essere a conoscenza di tutto quello che avete raggiunto nell’ultimo anno. Dovreste anche raccogliere informazioni a proposito dei salari aziendali, così da potervi presentare con un cifra ben precisa in mente.

FARE PRATICA

È importante allenarsi a ripetere cosa avete intenzione di dire. Fatelo a voce alta, esercitandovi con un’altra persona, registratevi e riascoltatevi. Fate attenzione alle debolezze nell’argomentazione o alla velocità con cui arrivate al punto.

NESSUNA LAMENTELA

Mai iniziare la conversazione con una lamentela o una minaccia. Non fareste altro che mettere il capo sulla difensiva. Evitate di paragonarvi agli altri colleghi o di lamentarvi sul fatto che producete di meno; rimanete positivi e focalizzatevi, invece, sul vostro contributo. Inoltre dovreste evitare minacce implicite o esplicite di licenziamento.

GUARDARE AVANTI, NON INDIETRO

Proponente l’aumento di stipendio non soltanto come riconoscimento dei risultati ottenuti in passato, ma anche come tacito riconoscimento del fatto che vi dedicate attivamente alla crescita dell’azienda. Stilate una lista di tutto ciò in cui avete contribuito, poi passate velocemente a ciò che volete affrontare in seguito. Rassicurate il vostro capo sul fatto che comprendete le sue pressioni e i suoi obiettivi, e presentate la vostra richiesta come un ulteriore contributo d’aiuto.

SE LA RISPOSTA È NO …

Se la vostra richiesta viene declinata dovete avere pronto un piano B. Ci sono altre agevolazioni che sareste disposti ad accettare al posto dell’aumento, come bonus o orari di lavoro più flessibili? Se, nuovamente, la risposta del capo è ancora un no, chiedete cosa occorre fare per cambiare la risposta in un si. Dimostrerete al datore di lavoro che la vostra volontà è quella di crescere all’interno dell’azienda.

[Articolo tratto dal mensile SpeakUp. Traduzione di Alessia Angeli]


Argomenti: ,

Ritieni questo post utile o interessante?
Condividi

Leggi anche:

  • Non ci sono articoli correlati