I kokedama, i giardini volanti che si ispirano all’arte Zen

Notizia del: April 16th, 2015

string garden
Piante appese a un filo, volanti e senza infrastrutture. Cos√¨ appaiono le piante kokedama, alloggiate dentro a una palla di terriccio ricoperto di muschio. Prendono nome dall’antica tradizione giapponese e sono diventate negli ultimi tempi una nuova tendenza in fatto di gardening. Il merito va al botanico-designer olandese Fedor Van der Valk che reinterpretandone l’idea ha contribuito a diffondere questa tecnica organizzando installazioni e corsi in tutto il mondo. Il kokedama √® oggi, infatti, una moda seguita da fioristi, ma anche da semplici appassionati del verde.

QUALI PIANTE?

√ą possibile utilizzarne molte specie, compresi gli alberi da frutto come quelli di agrumi, ma se siete alle prime armi, meglio iniziare con piccole piante. Qualche idea? Orchidea, felce, tulipano, gelsomino, geranio ed erbe aromatiche. Sceglietene una giovane, piccola e rigogliosa.

ADDIO VASO!

I kokedama possono essere appesi al soffitto di casa con fili trasparenti oppure essere appoggiati su vassoi. Il primo caso √® ideale se si ha la possibilit√† di appenderli in prossimit√† di una finestra, mentre il secondo pu√≤ essere pi√Ļ semplice da gestire perch√® trasportabile a seconda delle esigenze.

LEGGI IL RESTO »


Argomenti: , , ,

Ritieni questo post utile o interessante?
Condividi

Leggi anche:

  • Non ci sono articoli correlati