La cannabis danneggia le gengive.

cannabis.JPG

I fumatori abituali di cannabis non danneggiano soltanto i polmoni e la memoria, ma anche le gengive, facendole recedere e nei casi peggiori causando la perdita dei denti. Lo indica una ricerca neozelandese della Scuola di Medicina di Dunedin, che ha seguito oltre 900 persone di et√† fra 18 e 32 anni, monitorando regolarmente il loro consumo di cannabis e i controlli dentari. Lo studio, pubblicato sull’ultimo numero della rivista dell’American Medical Association, indica che la malattia peridentaria colpisce pi√Ļ severamente chi fuma pi√Ļ spesso: in questo gruppo una persona su quattro ha contratto una condizione cronica entro l’et√† di 32 anni.

Dai check-up pi√Ļ recenti √® risultato che appena il 6,5% dei non fumatori di cannabis mostrava forti sintomi di infiammazione e di deperimento dei tessuti associati con affezione peridentaria. La proporzione sale per√≤ all’11% fra chi fuma spinelli occasionalmente, ed al 24% fra chi ha ammesso di fumarli regolarmente sin dall’et√† di 18 anni. Nell’insieme, fra i fumatori abituali, cio√© chi fuma in media 41 o pi√Ļ spinelli l’anno, fra 18 e 32 anni, il rischio di contrarre la malattia √® del 60% superiore alla media della popolazione, anche escludendo altri fattori possibili come la placca dentaria. Studi precedenti avevano gi√† legato la malattia peridentaria al fumo di tabacco, ma questo √® il primo che la lega all’uso di marijuana.

“Le autorit√† sanitarie, i dentisti e i medici dovrebbero intervenire per sollevare la consapevolezza della forte probabilit√† che chi fuma regolarmente cannabis causa danno ai tessuti che sostengono i denti”, scrive Murray Thomson che ha guidato la ricerca. La malattia peridentaria, normalmente considerata una condizione della mezza et√†, √® la seconda causa di perdita dei denti dopo le cavit√†.

[fonte Ansa.it]

______________

Cos’√® la Marijuana?

La Marijuana √® ricavata dall‚Äôessiccazione delle piante femminili (fiori) di “cannabis sativa o indica”. √ą indicata facente parte, a torto o a ragione, delle cosiddette ‚Äúdroghe leggere‚ÄĚ. Di fatto √® un prodotto che contiene numerose sostanze stupefacenti (psicoattive).
Tra le sostanze psicoattive in essa presenti, il principale è il THC (Delta9-Tetraidrocannabinolo).
Dalle stesse infiorescenze si ricava anche un particolare olio che, lavorato, assume una consistenza da solida a collosa: l’hashish.
Moltissimi sono i nomi o i termini gergali che identificano la marijuana e l’hashish in Italia come nel mondo. Comunque il nome Marijuana deriva dal Messico e sta ad indicare la pianta da cui si estrae la droga.

Effetti della Marijuana

Gli effetti provocati dall’uso di questa sostanza sono diversi e di diversa intensit√†:

† distorsione della realt√†, sensazione di aumento delle percezioni;
† minore reattivit√† fisica e mentale;
† temporaneo abbassamento della pressione arteriosa;
† euforizzante;
† aumento incontrollato della sensazione di appetito;
† in ingenti quantit√† anche stati d’ansia e nausea.

Tali effetti tenderebbero ad attenuarsi con l’assuefazione.

Dal punto di vista dei danni fisici permanenti e mortali, l‚Äôuso della marijuana pu√≤ aumentare, nei soggetti predisposti, il rischio di cancro ai polmoni, cervello e laringe. Inoltre l’uso di tale sostanza pu√≤ provocare anche effetti come:

† disorientamento;
† forti difficolt√† di apprendimento e concentrazione;
† apatia;
† e, con l‚Äôuso prolungato dall‚Äôet√† adolescenziale, seri problemi psichici.

La nausea è uno degli effetti collaterali che si presenta con maggiore frequenza ad alti dosaggi.
L’ assunzione di marijuana e hashish pu√≤ avere interazioni con farmaci.


Argomenti: , , , ,

Ritieni questo post utile o interessante?
Condividi

Leggi anche:

  • Non ci sono articoli correlati

47 Responses to “La cannabis danneggia le gengive.”

  1. Alessia Says:

    Mi astengo dallo scrivere gli effetti e rischi provocati dall’ashish perch√® mi ci vorrebbe un post intero!!
    E per fortuna che fumarsi le canne non provoca danni!!!
    Certo, ci sar√† sempre chi affermer√† che non √® vero che a livello fisico possa provocare effetti dannosi e che i medici lo dicono solo per bigottismo e bla bla bla …. ma per favore Dio santo!!!! Non diciamo ca****e! Le sigarette fan male, gli alcolici fan male…. e le canne pure!

  2. Mark Papercraft Says:

    L’alcool, le sigarette, la cannabis ecc ecc fanno male se si eccede nell’uso..come tutte le cose daltronde. Una cannetta non fa male…una cannetta 3 volte al giorno si.
    Io penserei ad abolire quelle che sono veramente droghe nocive alla salute come cocaina (ma i vip ne vanno golosi) ,trip , acidi e eroina.. amici di maria de filippi..la redbul che so io perch√® ti mette le ali..il grande fratello…le bevande piene di zuccheri e coloranti per i ragazzini. Queste per√≤ non si toccano…
    Se il modo migliore per imporsi √® bandire la cannetta, o la birretta o la sigarettina…benvenga..per me non √® assolutamente cos√¨.

  3. Alessia Says:

    Non parlavo di una canna al giorno, ma di tutti quelli che strafanno, superando anche le tre al giorno … e sono parecchi in queste condizioni.
    Nessuno obbliga gli altri a farsi del male, quello che mi da fastidio √® la gente che a tutti i costi vuole negare l’evidenza solo perch√® √® un assiduo consumatore di ci√≤ che tu hai elencato nel tuo commento. Crdo che un p√≤ di intelligenza in pi√Ļ non gusti.
    Qui non si parla di una birra il sabato o una canna a settimana: ma di stra-uso, che √® diverso. Anche prendere l’aspirina tutti i giorni fa male, eppure c’√® chi si massacra lo stomaco prendendone 4 al giorno.
    Io non lo vedo affatto come un modo di imporsi, semplicemente molte persone al giorno d’oggi sviluppano un quoziente intellettivo pari a zero. Ci sono cose oggettivamente nocive, quindi non ha senso negare che lo siano solo perch√® se ne fa uso.
    Gli alcolici? Beh, chi ha buon senso ne fa un uso normale, chi non ne ha passa la domenica 8ma anche altri giorni) a vomitare in bagno o a torcersi per il gran mal di stomaco perch√® la sera prima ha bevuto fino a farsi uscire l’alcol dagli occhi.
    E’ una questione di intelligenza: nessuno ti obbliga a fare nulla, se lo fai sei consapevole. Anche a me piace un cocktail o un bicchiere di vino … ma non sono cos√¨ idiota da scolarmene 3 di cocktail!
    Poi che ognuno faccia come vuole, basta che non cerchi di rigirarsi la frittata a piacimento. Per come la vedo io le leggi italiane riguardanti l’uso di alcol e stupefacenti sono pure troppo flessibili.
    Nessuno è santo a questo mondo, me compresa: ci vuole un minimo di intelligenza!

  4. Mark Papercraft Says:

    Secondo me c’√® troppo allarmismo verso la marijuana, che delle droghe √® la pi√Ļ leggera, non crea assuefazione e non distrugge cellule celebrali. Ma come si sa..√® pi√Ļ facile dare la caccia ai pesci piccoli che agli squali.
    Ormai gli effetti della cannabis sono ben chiari da secoli, ma perch√® non dedicarsi ad abolire tutto il resto delle droghe esistenti…le quali, creano assuefazione fisica, consumano il cervello, e rovinano un sacco di vite , invece di continuare a spendere soldi in ricerche inutili su quello che ormai √® chiaro da anni…ovvero che le canne non uccidono ?
    Ognuno √® libero di pensarla come vuole, ma dire che tutte le droghe sono uguali e poi scatenarsi sempre contro la marijuana…lo trovo ridicolo.

  5. badtz-maru Says:

    Ovviamente le canne se fatte in maniera eccessiva non è che facciano bene, stessa cosa per le sigarette e gli alcolici o qualsiasi altra sostanza crei dipendenza fisica e psicologica (oltre che altre patologie). Credo che nessuno possa obiettare questo punto.
    Personalmente sono contrario, ma ognuno √® libero di fare ci√≤ che vuole del proprio corpo e della propria vita. Credo che l’importante sia farlo coscienti dei pro e dei contro.

  6. Alessia Says:

    Infatti ogni individuo è liberissimo di fare ciò che vuole, sono la prima a dirlo. Ognuno ha le proprie teorie, giuste o sbagliate.

    Per rispondere a Mark: il fatto che una sostanza (in questo caso le canne) non uccida non vuol dire che non possa creare lo stesso dei danni (anche se in apparenza minimi), te lo dico per esperienza personale. Se la maggior parte dei medici in tutto il mondo dice che anche se non uccidono (come l’eroina) creano comunque dei danni non credo dicano tutti delle grosse ca****e. Forse un fondo di verit√† c’√® … o no?
    Poi sul fatto che si dovrebbero combattere in primis altre droghe siamo d’accordo.

  7. killnut Says:

    Mariuana pi√Ļ dannossa che l’alcol? Ma per piacere..in Italia (come nel mondo) la droga legale e letale pi√Ļ diffusa √® l’alcol con buona pace di chi difende “la birretta con gli amici”. purtroppo non c’√® coerenza, non si affronta il discorso senza la sufficiente dose di informazione. Fa specie che ci sia gente che ancora oggi non sa come giustificare il proibizionismo e crede che affermare misteriosi danni (al cervello, alle gengive, tra poco anche alle piante dei piedi..) possa santificare il detto tanto caro a Fini “la droga √® droga”. Nessun argomento pu√≤ seriamente essere portato per sostenere la legge attuale, nessun argomento pu√≤ essere sostenuto in maniera coerente. Si al proibizionismo per la salute pubblica? Allora che siano vietate IMMEDIATAMENTE le sigarette e tutto l’alcol, visto che le dipendenze e le conseguenze di queste due droghe sono in maniera ESPONENZIALE assai pi√Ļ gravi e rilevanti di quello che pu√≤ comportare la mariuana.
    Il fatto √® che una societ√† del genere non la vorrebbe nessuno: il punto √® che n√® l’alcol n√® la mariuana n√® altra sostanza pu√≤ definirsi buona o cattiva. E’ una sostanza come un’altra: il suo uso non ti fa male, il suo abuso si (con la differenza che uno ti ammazza, l’altra no..).

  8. Nieri Brogi Says:

    dato che riporti wikipedia, sulla marijuana, dovresti essere pi√Ļ seria nel riportare…la nausea pu√≤ essere un effetto collaterale nei consumatori occasionali, ma √® anche contro la nausea da chemioterapia o da antiretrovirali, che si adopera la cannabis a scopo medicinale ( antiemetico).
    Sulla cannabis c’√® una disinformazione ovunque dettata solo dalle convinzioni ” politiche ” ; si esagera sia nel definirne la dannosit√† che nel decantarne l’inesistente pericolosit√†.
    Certamente se parlassimo solo dopo aver studiato ( e magari anche un po’ vissuto ), la razza umana risolverebbe prima e meglio molti dei suoi problemi.
    ciao

  9. Alessia Says:

    Non ho riportato la definizione che ne da wikipedia, ma quella presa da un opuscolo medico. Se poi wikipedia ha usato la stessa definizione (o viceversa l’opuscolo) non saprei.
    Sul fatto della pericolosità e dannosità ribadisco quello che ho scritto tante volte senza starlo a riscrivere.
    Tu scrivi “e magari anche un p√≤ vissuto” … beh, chi dice che chi discute su questo argomento lo faccia per forza per sentito dire senza averlo vissuto? Ecco qual’√® una delle tante sbagliate convinzioni di chi fa uso di certe sostanze (non so se √® il tuo caso): se si va contro ci√≤ che pensano loro, per forza si parla solo per sentito dire, senza conoscere …. sbagliatissima sta cosa! Spesso a parlarne non molto bene √® proprio chi ne ha fatto uso.
    Riguardante l’uso medico anche qui ci sarebbe da discuterne parecchio date le contrastanti opinioni mediche (non solo italiane!) a riguardo, ma credo servirebbe a poco.

  10. Nieri Brogi Says:

    Allora: concordo su ci√≤ che dici su ” sentito dire o vissuto ” non mi sono spiegato, forse.
    Ad ogni modo concordo…altrimenti √® come quando dicono che possono parlare di aborto o di violenza sessuale solo coloro i quali ( o le quali) lo hanno vissuto.
    Ciascuno riporta la proria esperienza, ma ci vorrebbe maggiore tolleranza; la mia esperienza √® che gli usi terapeutici della cannabis non siano in discussione, che poi, nei giovani, si tratti anche di droga di abuso √® chiaro, ma il problema va affrontato senza lo stato paranoico nel quale molti italici sono immersi da un po’; con raziocinio e volont√† di salvare le esistenze dei disgraziati che fanno uso di qualsiasi droga.
    Non di peggiorarle con la scusa di aiuto o sicurezza, mi spiego ?

    Su wikipedia, se lo dici ci credo; sta di fatto che, essendo uno dei redattori di quella pagina, c’√® una info sull’etimologia che non circolava prima che io la inserissi su wiki 3 anni addietro..forse √® il volantino che ha ripreso da wiki..dato che tu la riporti.
    Tutto qui.

    ciao.Tolleranza.
    A me da molto fastidio l’odore dei gel e delle lacche da capelli in autobus ma sopporto, odio la caccia ma sopporto, non sopporto in generale ipocrisia ed irresponsabilit√†, ma ne sonio circondato.
    Tolleranza, o ne usciamo peggio di come ci siamo entrati.

  11. Cocodix Says:

    La politica non c’entra niente, con buona pace di chi cerca pateticamente argomenti per parlar male del governo. La droga √® droga. Solo che a chi √® vizioso e abituato a farne uso, riunciarvi √® duro. E allora si sparano un sacco di stupidaggini e giustificazioni ridicole. La droga a scopo terapeutico √® altro paio di maniche. Tutti gli studi concordano nell’affermare che anche una canna ogni tanto fa male. Se vi fa piacere continuate pure a fumare, drogarvi, impasticcarvi ma non insultate l’intelligenza di chi sa bene come stanno le cose e con questa merda non vuole averci niente a che fare.

  12. Nieri Brogi Says:

    L’intelligenza, quando c’√®, non la si insulta.

    A me la ” politica ” in questo caso non interessa..certo √® che la Verit√† ( unica e con la V maiuscola ) √® tipica, nel Mondo, dei regimi d’ogni colore e in Italia dei filmati ” ufficiali ” dall’Istituto Luce in poi. Il tempo √® galantuomo, auguro di non dover mai verificare di persona le propriet√† medicinali della cannabis.

  13. Nieri Brogi Says:

    Se vuoi, cocodix ( come vedi io pubblico mio nome e cognome ), possiamo fare un confronto sugli ” studi “; tutti parlano di tutto senza citare le fonti..va bene..lo faccio anche io, ma dire come dici che ” tutti gli studi concordano… “…beh..cosa dirti, io ne ho altri.
    Ad ogni modo nessuno dice che non faccia male la cannabis ( non fare le fette troppo grosse, dato che sei intelligente ), confermo che il nocumento è inferiore a quello di abuso di alcool e non paragonabile a quello di molti farmaci da banco, ad esempio i FANS.
    ciao

  14. Alessia Says:

    Nieri, sul fatto della tolleranza siamo d’accordo. La tolleranza ci deve essere, ma quando poi uno se ne passa allora se permetti faccio un piccolo passo indietro. Non √® assolutamente il tuo caso, mi riferisco a delle persone con cui purtroppo ho avuto a che fare … persone che ti impongono le proprie convinzioni definendoti “limitato di cervello” se non la pensi come loro.
    Io dico sempre che ognuno parla per propria esperienza, quindi ognuno di noi ha un proprio bagaglio; questo non vuol dire che il mio sia quello giusto, e quello di chi la vede diversamente da me sia quello sbagliato. Divergenza di opinioni, credo sia umano!
    Il brutto è quando chi la pensa diversamente ti viene a dire con tono saccente e arrogante che dovresti imparare a vedere la vita in maniera differente (ovvero, in questo caso, a dire cha farsi le canne tutti i giorni è tutta salute) perchè se non lo fai allora vivi solo per metà.
    Beh io gradirei che molta gente si astenesse nel dare consigli, specialmente se parliamo di gente che crede che ciò che pensa sia legge.
    Ecco dove finisce la mia tolleranza.

  15. Nieri Brogi Says:

    Alessia, concordo al 100 ( e dico cento..) per cento con la tua sintesi.
    Non a caso adoperi ragionevolezza, grazie; √® interesse di tutti l’essere ragionevoli e invece ve ne sono pochi, in questo ed altri casi, in entrambe le fazioni.

    PS grazie anche per ospitalità.

  16. Cocodix Says:

    Purtroppo, nulla vieta che ci sia sempre qualcuno che insulti l’intelligenza degli altri. E se una persona √® intelligente non ha difficolta a rendersene conto. Ti ringrazio per la tua disponibilit√† ad confronto sugli studi. Io non sono un esperto ma basta fare un giro su internet e inserire in un motore di ricerca ” effetti cannabis” per rendersi conto che anche una canna ogni tanto fa male, principalmente con rischio per il cuore e per il cervello. Poi ognuno la pensi pur come vuole ma la droga √® droga (qualunque droga) e, tanto o poco, fa male e chi sostiene il contrario, cortesemente, se lo tenga per s√©.

  17. Alessia Says:

    Nieri sei il benvenuto ;-)

  18. Alessia Says:

    Sai Cocodix, a volte non c’√® peggior sordo di chi non vuol sentire. Molti di quelli che amano fare uso della cannabis, quando gli si dice che fa male ti rispondono “pure l’alcol fa male, pure le sigarette fan male…allora perch√® quelle sono legali? Perch√® non perseguitate chi si fa di cocaina o chi si impasticca il sabato sera? La cannabis, invece, provoca danni nettamente inferiori”. Stessa cosa succede con i fumatori: quando gli fai vedere le statistiche mediche su cosa accade a chi si fuma 2 pacchetti di sigarette al giorno, dicono che sono tutti dati esagerati appositamente dai medici. Quindi ognuno tira acqua al proprio mulino; √® un muro contro muro spesso.
    Per tanto tempo sono stata in un gruppo dove di persone che letteralmente adoravano farsi le canne ce n’erano parecchie e ti posso dire una cosa: sul fatto che la cannabis non provoca danni ne ho avuto la chiara smentita!!! Che poi droghe pi√Ļ pesanti provochino danni maggiori non c’√® dubbio, ma almeno che la gente sia abbastanza intelligente e poco ipocrita da non dire che farsi le canne sia una cosa normale e sana. A volte sembra pi√Ļ che debbano convincere loro stessi che gli altri. Questo vale non solo per la cannabis ma pure per tutte le altre cose che creano danni all’organismo.

  19. Cocodix Says:

    Concordo all’unmilionepermille. Le malattie gi√† ci colpiscono anche se uno “fa il bravo”, figuriamoci quando uno si va a cercare casini. Bacionissimi. :D

  20. Alessia Says:

    ;-)

  21. Nieri Brogi Says:

    Il punto √® che viene considerato e perseguito come un problema di ordine pubblico, anche se non viene messa a repentaglio ( eventualmente ) la salute di altri se non dell’assuntore …attenzione, parlo della cannabis, altre sostanze come le polveri hanno a mio avviso un differente approccio.
    Il punto √®: faccia male o faccia bene e se ne potrebbe discutere un bel po’( cocodix, su internet per foruna c’√® tutto ed il contrario poi ognuno vaglia..), se uno ( usi medici reali a parte) ne fa uso nel proprio privato, nessuna istituzione dovrebbe permettersi di interferire con libere scelte di adulti che non creano cambiamenti nell’esistenza altrui.
    Questo vale per tutto. Ed √® un buon motivo, in uno Stato civile dove si rispettano le leggi, adoperarsi per ( anche) modificarle le leggi, e coloro i quali a cui non cambia niente e che comunque impediscono ad altri di vivere serenamente ( diritto alla felicit√†, non sindacabile, ognuno ha il proprio concetto) favorendo la diffusione di leggi repressive sui consumatori, non fa altro che peggiorare l’esistenza di tutti.
    Mi spiego ? entro determinati limiti, ciascuno scelga per sè.

    Fa molto pi√Ļ male il moralismo di molti legislatori e ed elettori di molte droghe.
    ..e chi adopera molto zuchero rischia il diabete, dunque..vietiamo lo zucchero ?

    ..ma questo sarebbe un discorso infinito, ad ogni modo non andrebbe dimenticato che siamo tutti sulla stessa barca.

  22. Cocodix Says:

    E’ proprio vero non c’√® peggior sordo di chi non vuol sentire. Poco male. Non cambia la sostanza delle cose e della realt√†.

  23. Nieri Brogi Says:

    Cocodix, sono d’accordo, non c’√® pi√Ļ sordo di chi non vuol sentire, hai centrato in pieno il punto;
    l’importante √® non rompere le scatole al proprio prossimo se no si incavola e peggiora la qualit√† di vita di tutti, solo i prepotenti o i non intelligenti ( inter ligere) non ne tengono conto.

    Come disse Ges√Ļ; ” Chi √® senza peccato scagli la prima pietra “.

    Come disse il tenente Filangeri: ” Tranquillo, basta indagare nella vita di chi attacca con troppi moralismi ( e molta ipocrisia ) o della sua famiglia, salta sempre fuori qualcosa “.

    Andrebbero viste tante cose, allora, quante tasse paga uno e quante l’altro.√® un discorso lungo, per questo chiedo tolleranza nell’affrontarlo, altrimenti non se ne viene fuori.
    Ricordati, cocodix, che le verità sono molteplici, non cadere nella trappola della Verità.

    Non ti suona strano che ad ondate tutti i TG parlino o di omicidi, o di rumeni, o di droghe, o di barboni..e tutto, guarda caso, accade in quei giorni….
    ma riflettere un pochinio no ..eh ?

  24. Cocodix Says:

    Io rifletto abbastanza e non prendo lezioni di alcun tipo n√© da te n√© da altri. Nella mia vita e nei miei armadi non ci sono scheletri. Non ci sono tante verit√†. La realt√† √® una; poi a chi non piace pu√≤ illudersi che sia diversa ma, come gi√† detto, la sostanza delle cose non cambia. Io non ho bisogno di aver sempre l’ultima parola; tranquillamente posso decidere di non rispondere alle provocazioni di chi vuol solo litigare mancando, fra l’altro, di rispetto alla padrona di casa che sempre ci ospita con grande disponibilit√† ed intelligenza. Quel che dovevo dire l’ho detto.

  25. Alessia Says:

    Nieri, fino a quando uno decide di starsene in casa propria a farsi le canne, o a bere e fare altro) nessuno dovrebbe obiettare, qui mi trovi d’accordo. In fin dei conti, ognuno sceglie come gestirsi la vita. Il problema sorge nel momento in cui le scelte altrui hanno dei riscontri sugli altri.
    Quando mi vengono a dire “una canna √® impossibile che ti annebbia tanto da non farti star lucido alla guida” ho molto da obiettare: le sostanze stupefacenti (cos√¨ come l’alcol o l’uso di alcuni farmaci) non hanno lo stesso effetto su tutti gli individui. Magari tizio se ne fa 3 e sta lucido, io me ne faccio una e sto fuori come un terrazzo.
    Un paio d’anni fa il figlio di un carissimo amico di famiglia √® andato dritto dritto contro il palo della luce dopo aver invaso la corsia opposta. Non aveva bevuto e non ha avuto un colpo di sonno: s’era fatto da poco la sua prima canna e, a sentir dire da lui, era pure bella calibrata. Cos√¨ tornando a casa ha detto di non aver visto la curva perch√® stava abbastanza rincoglionito e √® andato a sbattere. Ma se in quel momento fosse passato qualcun altro? Ci potevano essere altre conseguenze. Ovviamente una canna non dar√† lo stesso rimbambimento di un litro di vino, per√≤ ad alcune persone (specialmente se sono le prime volte) da annebbiamento. Quindi finch√® uno fa le cose in casa proprio ok, non mi impiccio. Basta avere il buon senso di non mettersi a guidare quando non √® il caso di farlo.

  26. Nieri Brogi Says:

    Alessia concordo ( a parte sull’annebbiamento delle canne, che avviene solo nei consumatori occasionali, c’√® uno studio olandese che certifica come le capacit√† di guida dei consumatori abituali siano sovrapponibili ai non consumatori, ma in epoca di caccia alle streghe √® pericoloso pure parlarne, dunque d√≤ anche io per buono che alla guida non va bene fumare).
    Considera per√≤ che i test attuali, certificano se in quel momento hai assunto droga..a parte per le canne le quali danno risultato positivo anche fino a 2 mesi dall’ultima assunzione.
    Ci√≤ significa che, ipotesi, uno ha provato una volta in Olanda a Luglio e viene trovato positivo a Settembre in Italia..insomma mi pare che si voglia certificare, pi√Ļ che le capacit√† di guida, la pulizia farmacologica, e questo √® fuorviante.
    Grazie a presto :-)

    Ad ogni modo ancora una volta trovo che le donne siano un passo avanti, quanto a ragionevolezza, rispetto alla media degli uomini. Ovviamente quello che io dico sul ” non rompere le scatole al prossimo ” vale per tutti, sia per il cannabista che fma in casa e non vuole intrusioni, sia per il signor x che ha diritto di non essere travolto da consucenti non lucidi.

  27. Nieri Brogi Says:

    Cocodix, di seguito riporto la tua prima risposta e si vede chi ha iniziato a servirsi di ” male parole ” per esprimersi.
    Tu fai bene a non prendere lezioni da nessuno perchè, davvero, non ti servono.
    Io prendo volentieri lezioni da chi può darmele in buona fede.
    Che la realt√† sia una e una sola siete la maggioranza a pensarlo..per questo poi si parla di esoterismo, simbologie, libera speculazione, non a caso i gesuiti parlano di doppia verit√†, una per i pi√Ļ, per la massa che in quanto tale non ragiona ma soltanto reagisce, un’altra per gli eletti ,gli studiosi.

    L’importante √® capire che ci sono azioni e reazioni; vale per tutti.
    Io non voglio litigare ma discutere non sterilmente.
    Di rispetto manchi tu avendo evocato per primo l’intelligenza solo al fine di avvalorale le tue convinzioni …ti stavi servendo di un ossimoro ?

    ti auguro una Vita che ti assomigli
    ciaociao

    tu dici:
    “La politica non c‚Äôentra niente, con buona pace di chi cerca pateticamente argomenti per parlar male del governo. La droga √® droga. Solo che a chi √® vizioso e abituato a farne uso, riunciarvi √® duro. E allora si sparano un sacco di stupidaggini e giustificazioni ridicole. La droga a scopo terapeutico √® altro paio di maniche. Tutti gli studi concordano nell‚Äôaffermare che anche una canna ogni tanto fa male. Se vi fa piacere continuate pure a fumare, drogarvi, impasticcarvi ma non insultate l‚Äôintelligenza di chi sa bene come stanno le cose e con questa merda non vuole averci niente a che fare.”

  28. Nieri Brogi Says:

    Comunque, cocodix, di istinto mi sei simpatico perchè hai idee sane e chiare anche se diverse dalle mie; il punto è imparare a rispettare le idee altrui e tollerare le differenze che non ci riguardano, senza ipocrisie e moralismi.

    Nessuno, neanche gli antiproibizionisti, vogliono una societ√† drogata; abbiamo modi differenti di governare il problema e molti dati ( poi ovviamente la ” stampa ” riporta solo ci√≤ che crede e quando crede ) ci danno ragione.
    Oggi, canne a parte ( nei giovani c’√® un problema canne, in effetti, ma andrebbe anch’esso ricondotto alla situazione malamente governata da parte di tutti i governi, tutti!!) il problema droghe √® di complessa soluzione, ci sono droghe differenti con effetti, rischi, danni, caratteristiche, tipo di assuntore e soluzioni differenti; invece si tende ad affastellare tutto favorendo disinformazione ed illegalit√† indotte.

    Se davvero siamo convinti che stiamo giocamdo con la vita delle persone, occorre valutare bene e fino in fondo ciò che si fa pronti a cambiare se necessario prospettiva ma, ripeto, senza moralismi. Non si può prescindere da una seria e serena informazione.
    In Italia c’√® gente ( non te) che la notte non dorme perch√® sta a pensare che nella ” sua ” societ√† ci sono individui che hanno abitudini o costumi religioni o disposizioni diverse dalle sue e per questo al mattino si impegna come pu√≤ per cambiare o ” eliminare ” quelle persone, anche quelli che nopn avrebbero mai e poi mai impattato con la sua esistenza se non per reciproca volont√†, mi spiego ?
    Questo non √® solo un limite italiano anzi, il Mondo √® ancora peggio, ci√≤ non toglie che l’esercizio di un certo tipo di tolleranza resti ( per me ) un buona ragione per vivere.
    Tolleranza con l’errante e rigore con l’errore.

    scusa per i 3 messaggi di seguito. ora leggo ma taccio.
    ciaociao

  29. Alessia Says:

    L’informazione non √® mai disinteressata, e troppo poco spesso √® equa e limpida. Ogni testata (anche quelle che si dichiarano indipendenti da ogni proiezione politica) riporta le notizie nella maniera (e nel tono) che pi√Ļ gli conviene.
    Quindi credo non si possa parlare di verità assoluta in nessun caso.
    La divergenza di opinioni può accrescere una persona, sempre se questa persona è disposta a mettersi in gioco ;-)

  30. Cocodix Says:

    Caro Nieri, nei tuoi post deliranti e, come si vede, in molti passaggi senza senso si intuisce il motivo del perch√© hai tanto a cuore l’uso delle canne. L’unica “mala parola”, presente √® “merda” riferita a una cosa che √® droga e che come qualunque droga, merda √®. In quanto poi ad offendere io non ho offeso nessuno; tu semmai
    “ma riflettere un pochino,no eh?” oppure “l‚Äôimportante √® non rompere le scatole al proprio prossimo se no si incavola e peggiora la qualit√† di vita di tutti, solo i prepotenti o i non intelligenti ( inter ligere) non ne tengono conto”, oppure ancora”Come disse il tenente Filangeri: ‚ÄĚ Tranquillo, basta indagare nella vita di chi attacca con troppi moralismi ( e molta ipocrisia ) o della sua famiglia, salta sempre fuori qualcosa ‚Äú.
    Quindi per favore non tentare di cambiare il bianco in nero e viceversa. Questo, tanto per chiarire. Non si pu√≤ nascondere il sole con la rete. Per quanto riguarda le canne poi ribadisco che la realt√† √® realt√†, poi se a qualcuno non piace pu√≤ vedersi qualche bella telenovela o fumarsi un’altra canna.

  31. Nieri Brogi Says:

    Cocodix…vabb√®.

  32. Nieri Brogi Says:

    La divergenza di opinioni può accrescere una persona, sempre se questa persona è disposta a mettersi in gioco ;-)

    esatto, Alessia…come non condividere.
    :-D

  33. Nieri Brogi Says:

    Cocodix, non sei l’unico che considera delirante ci√≤ che non capisce.
    Hai diritto anche tu di esprimerti, come del resto ce l’ho io.

  34. Cocodix Says:

    Io considero delirante ci√≤ che lo √®; ciascuno lo vede da s√©, ti ho gi√† detto, fra l’altro, che non prendo lezioni da te. Continua tranquillamente a fumare.

  35. Alessia Says:

    Ogni persona ha il diritto di esprimersi, l’importante √® farlo nel rispetto reciproco della vita e delle idee (condivisibili o no) degli altri.
    Come potete ben vedere non amo la censura e infatti non vi ricorro mai. Mi √® successo solo una volta di dover togliere dei commenti di un utente sempre sull’argomento “cannabis” perch√® veramente era sceso ai limiti consentiti.
    Per il resto, finchè si discute in termini non offensivi siete i benvenuti anche perchè a me il confronto piace.
    Non siamo qui per educare, ma solo per confrontarci :-)

  36. Antonio Grasso Says:

    Cara Alessia, se distingui la sostanza (marijuana) dallo strumento che si usa per assumerla (tabacco), allora potrai osservare che essa contiene tante cose buone per il corpo umano.
    Ricerche mediche indipendenti hanno dimostrato che può esistere un uso medico della stessa (il Canada ha approvato una legge in materia).
    Non sparare a zero su qualcosa che non conosci bene.
    Tanti auguri.

  37. Alessia Says:

    Caro Antonio, bisogna anche saper distinguere chi strumentalizza il fatto che la cannabis contenga “cose buone” per il corpo umano per veri scopi terapeutici, e chi invece ricorre a questa affermazione per avere il diritto di farne altri usi chiedendo che lo stato lo renda pure legale. Di cose da distinguere, in ogni parte, ce ne stanno parecchie … e di gente che crede di saperne sempre pi√Ļ degli altri ce n’√® fin troppa! Con questo non faccio una critica a te personalmente.

  38. Nieri Brogi Says:

    Basta smetterla di dare galera parlando di aiuto.

  39. robert Says:

    Questo messaggio è rivolto a coloro che fumano regolarmente marijuana.

    Secondo me state dando troppo importanza a questo argomento,cio√® il fatto di giustificarsi con quelli che non fumano.Questa gente ti dir√† sempre che farsi le canne fa male,√® inutile che continuate a discutere con loro,tanto non arriverete mai ad una conclusione.Vi diranno che brucia i polmoni,che vi frigge il cervello,che vi provoca una sensazione di benessere finta e poco duratura,etc.Chi fuma e gli piace fumare continuer√† a fumare e chi gli piace mettersi a discutere con chi fuma per convincerlo che quello che sta facendo lo “sta uccidendo”(lo metto tra virgolette),√® meglio che spenda il suo tempo in qualcosa di pi√Ļ costruttivo.

    Studi scientifici hanno riscontrato che la marijuana pu√≤ aiutare a curare l’Alzheimer e pu√≤ essere data alle persone che fanno la chemioterapia per alleviare lo stato di nausea.

    Poi ognuno la pensi come vuole , chi fuma continui a fumare senza preoccuparsi dei pareri di queste persone che per fare i falsi moralisti vogliono convincere tutti che la marijuana fa male.Che fa male lo sanno già tutti non ce bisogno che lo ripetete in continuazione.

  40. non si dice Says:

    la cannabis con il tempo provaca difficoltà di apprendimento e su questo non ci piove,farà anche tanti altri danni come in quest ultimo caso le gengive,ma dato che secondo le ultime statistiche risultano piu morti all anno per alcool e fumo e non che per overdose,mi sembra un pu******a non poter legalizzare la cannabis,ed è anche da precisare che per troppe canne NON SI MUORE DI OVERDOSE!

  41. winstonsmith Says:

    E’ TUTTO FALSO QUESTO POST.
    STUDIO MEDICINA E HO LETTO PARECCHIE TESI DI LAUREA RIGUARDO PROPRIO I RECETTORI PER L’ANANDAMIDE/THC.

    TI POSSO ASSICURARE CHE OGNI EFFETTO CHE HAI CITATO VA CITATO IN LETTERATURA QUALORA FOSSE RICONDUCIBILE ALLA REALTA’.

    TI POSSO ASSICURARE CHE NON SONO DATI CONSOLIDATI DA STUDI.

    GUARDA LA CLASSIFICA DELLA RIVISTA the LANCET SEMMAI……

    POICH√® COME CI INSEGNANO I FOGLIETTI ILLUSTRATIVI OGNI FARMACO DUNQUE OGNI MOLECOLA PUO’ DARE EFFETTI COLLATERALI MA NON QUELLI ELENCATI DA TE.

  42. Alessia Says:

    Winstonsmith, se tutto quello che sta scritto qui √® falso allora vallo a dire prima di tutto a chi ha scritto l’opuscolo (che, guarda un p√≤ il caso, ho preso io stessa in ospedale … quindi mi vorresti dire che in ospedale fanno informazione sbagliata??? Ma come, l√¨ dentro ci lavorano primari, infermieri, specialiisti!!!! Mica l’ha scritto Pierino l’opuscolo), secondo poi a chi ha scritto l’articolo … guarda, la fonte sta citata alla fine, quindi se secondo te hanno scritto falsit√† perch√® non gli scrivi una bella email di protesta? Potrei riportarti centinaia di pareri medici (fatti da medici, ribadisco) che concordano con molti dei punti riportati sopra, ma non ho voglia e soprattutto tempo di stare a spiegare a chi gode dei “benefici” del farsi le canne che molti effetti collaterali sono reali. Fortunatamente al mondo esistono argomenti e situazioni molto pi√Ļ importanti a cui dedicare tempo, quindi ognuno continui a pensarla come vuole tanto, parlare di questo argomento, rappresenta solo uno scannatoio generale dove tutti (esperti e non del settore, sia in campo “medicio” che in quello “pratico”) pensano di saperne pi√Ļ degli altri.

  43. Paolo G. Says:

    Ma io non capisc la gente che si scaglia conto la cannabis senza sapere niente sull’argomento. Allora facciamo il punto della situazione dicendo le cose come stanno veramente e non come persone ottuse: i danni all’apprendimento ci sono per un uso massiccio durante la fase di sviluppo del cervello (dai 14 ai 20 anni) dopo non sono pi√Ļ riscontrati, i danni ai polmoni che l’articolo da per scontati sono oggetto di controversie per il fatto che la cannabis contiene sostanze antitumorali, inoltre fumando solo i vapori e non lo spinello si evitano i prodotti di combustione che sono quelli cancerogeni, inoltre si pu√≤ anche mangiare… Poi i danni alle gengive dimostrati da uno studio su 900 persone mi sembra alquanto ridicolo e statisticamente irrillevante, senza considerare che i soggetti in questione potrebbero aver fatto uso di altre cose come ad esempio il tabacco o l’alcol che sono i maggior responsabili di danni alle mucose della bocca. Poi ognuno avrebbe il diritto di gestirsi la vita come vuole senza arrecare danno agli altri, se io coltivo e fumo la mia marijuana ma a chi do fastidio? Poi qulli che dicono droga √® merda e tutte ste stronzate spero non siano lardosi o col vizio del gioco perch√® senn√≤ sono contraddittori e inoltre alcune droghe allucinogene come il DMT non ci sono studi che dimostrino i danni… e qui come la mettiamo bigotti?

  44. Vincenzo Says:

    Cocodis cm cazzo ti kiami tu sei la persona piu ignorante ke esiste sulla faccia della terra lo sai?? Tu dici ke la politica nn centra nnt?? Lo sai la camorra e la mafia qnt ci perdono se legalizzassero la marijuana?? E lo sai ke se ci perde la camorra e la mafia ci perde anke lo stato?? In olanda la marijuana √® usata ufficialmente x scopi terrapeuci ed √® naturalmente legale vuoi sapere la consequenza di tt qst qual’√®?? Turismo a volonta soldi a volonta benessere a volonta ma soprattutto vedi ansiani fumarsi tranquillamente una cann in un coffe shop gente cn giacca e cravatta ke dp lavorat si fumano una canna tranquilli e rilassati e vuoi sapere il xke?? Xke qnd una cs √® legale √® sicura qui essendo illegale nn esiste sicurezza e gli spaccatori ti vendono sl merda almeno che nn ti cresci una piantina tt tua…. La marijuana √® un dono della natura √® normale ke nn bisogna esagerare se ti mangi 20 kili di cioccolata hai la diarrea a 3000 x es….non ragionar cn i paraokki sl xke nn sei fumatore io ho mlt esperienza e credimi gli effetti sopra elencati sn verita qnd compri erba e fumo da qualunque spacciatore della zona xke ci mettono di tt metatone copertoni e altre sost nocive ma credimi l erba ftt in casa √® assolutamente innoqua soprattutto fumata snz tabacco di sigaretta

  45. Vincenzo Says:

    Cara alessia qst opuscolo l’hanno scritto primari e medici gente normale ke sl xke hanno una laurea possono dire tt qll ke vogliono portami un opuscolo scritto da dio in persona e allor ti do ragione…..nel mio paese c’√® un medico ke lo kiamano ceepster xke un vekkio prendendolo in giro disse ke gli serviva una pillola kiamata ceepster lui gli fece la ricetta!!!! Qst per farti capire ke gli specialisti dicono sl palle sn i ftt ke parlano….ah scusa ma voi i ftt nn li conoscete vi limitate a prendere opuscoli negli ospedali…..ke poi kissa ke soggetti hanno presi √® normale ke se prendi gente ke compra erba e fumo qui in italia riscontrano qst problemi….. Prendi gente ke si fuma l erba ftt in casa e trovami uno di qst sintomi psssssss nsapit nient e parlat ma facit o cess sti sciem

  46. Vincenzo Says:

    Alessia dici ke qst nn √® un argomento imp?? Tu secondo me hai il cervello cm le coglie di una zanzara…..ma ti rendi conto ke se legalizzano la marijuana il debito pubblico in due mesi si risana l’olanda nn sa cs sign la crisi sec te xkee?? Hanno la bamketta magica?? O frs hanno semplicemente una mentalita avanzata?? Sn i ftt ke parlano no gli opuscoli

  47. Alessia Says:

    Vincenzo evita di offendere o ti blocco

Rispondi al post