Perchè ci si innamora degli uomini sbagliati?

Freddo, inafferrabile, ambiguo e ammiccante: è il ritratto dell’esemplare maschile più insidioso per una donna che si lascia travolgere dalla passione, rassegnandosi a una relazione sofferta. Le mosse per metterlo ko.

Perdere la testa per l’uomo sbagliato? E’ capitato a tutte, almeno una volta nella vita. Non si trattava di un uomo sposato, lontano o comunque irragiungibile. Peggio: era (o è) un uomo reale, magari il proprio partner, che si dimostra freddo, distante, capace di far sentire la compagna un “accessorio”. Il punto è che proprio per questo atteggiamento sfuggente riesce a tenere in pugno la partner, rendendosi prezioso e insostituibile. Quindi, tutte masochiste le donne? Non proprio …

Lo studio: brillanti prima, sfuggenti poi.

Il fenomeno del “menefreghista” nella coppia è stato esaminato da alcuni ricercatori dell’università di Bristol, in Gran Bretagna, che hanno cercato di scoprire perchè le donne siano spesso vittime di uomini freddi, incapaci di dare sicurezza e gratificazione affettiva. E’ stato scoperto che questi uomini hanno in comune la capacità di flirtare e di “ammiccare”, doti che, nei primi approcci com una donna, esercitano una forte attrattiva. In seguito, però, queste caratteristiche sono sotituite da freddezza e incapacità di instaurare un rapporto alla pari. A questo punto, però, la compagna è ormai innamorata e ha più difficoltà a staccarsi dal partner.

Come è possibile capire la chiave di successo di questi individui? Gli esperti inglesi hanno esaminato un gruppo di uomin adulti, di varia estrazione sociale e culturale. Sono stati sottoposti a un’intervista nella quale si chiedeva loro di reagire con espressioni del volto a una serie di affermazioni di carattere sociale, come: “sono felice se posso aiutare una persona anziana” oppure “le persone anziane mi annoiano”. Le interviste sono state filmate e il video è stato mostrato ad alcune donne alle quali è stato chiesto di valutare gli uomini come partner per una lunga storia d’amore o per una semplice avventura. Per una storia d’amore duratura, le donne sceglievano gli uomini le cui espressioni mostravano un carattere forte e responsabile. La maggioranza delle intervistate, però, trovava più attraenti per un flirt gli uomini intraprendenti, ammiccanti, perfino un pò sfacciati. Secondo i ricercatori, saper flirtare apertamente sembra essere associato a qualità desiderabili come vigore e fiducia in se stessi.

I rischi che si corrono.

Frequentare l’uomo sbagliato, che fa sentire la partner una nullità e non sa vivere una storia alla pari, appagante e profonda, è una sfortuna che può toccare a tutte. Questo succede perchè ogni donna, anche quella apparentemente più sicura di sè, ha il complesso dell’”io ti salverò”; ogni donna vive cioè la segreta speranza di essere l’unica in grado di far innamorare di sè un individuo sfuggente e difficile e di renderlo, un giorno, felice. In questa attesa, è disposta a crogiolarsi nel “dolore” e nelle aspettative deluse. Con il tempo, però, le frustrazioni sono in agguato, perchè da un uomo freddo e arido si ottiene poco, non tantoin termini materiali, ma soprattutto perchè non si avrà mai una sicurezza, una parola di approvazione o una dimostrazione di fiducia.Tutto ciò finisce con l’incidere sull’autostima di una persona, sulla sua serenità, sul lavoro e sui rapporti di amicizia.

Come difendersi.

Premesso che non si può evitare di innamorarsi di una persona, è vero che è possibile tirarsi fuori da una relazione quando questa diventa fonte di infelicità e frustrazione, oltre che di rischi per la propria incolumità. Inoltre, rendersi conto di essersi imbattute nell’uomo sbagliato può aiutare a non ricadere nella stessa “trappola” in futuro. Nel cammino verso questa consapevolezza, è importante lavorare su se stesse e cercare di attuare una serie di cambiamenti pratici.

Evitare il vittimismo.

“Sto male perchè me lo merito. Me lo sono andato a cercare”. Queste frasi, pronunciate per cercare conforto nelle amiche, sono pericolose: a forza di ripeterle si finisce per crederci e per convincersi di valere realmente poco, quindi di non meritarsi altro che una storia poco appagante. Perchè non si prova a dire il contrario, soprattutto a se stesse? “Mi merito il meglio”, “Sono una donna che vale” rappresentano importanti iniezioni di fiducia.

Pensare positivo.

Quando un uomo non concede quello che si vorrebbe (un matrimonio, una cinvivenza, gratificazioni quotidiane) è facile, con il tempo, perdere la fiducia in se stesse. Infatti, viene spontaneo pensare: “Se non ottengo niente da un tipo così, come posso pensare di meritare un uomo più maturo ed affettuoso?”. Questo pensiero negativo schiaccia le qualità che ogni donna possiede. Bisogna, invece, riflettere sui propri punti di forza: si può essere brave professioniste, cuoche creative, amiche sincere, donne colte.

Essere obiettive.

Nei confronti delle altre persone si è sempre obiettivi. Quando un’amica ha un problema, specie in campo sentimentale, è facile spronarla a reagire alle difficoltà, a dire che si merita il meglio e così via. Quando ,però, il problema coinvolge in prima persona, non è così facile essere risoluti e obiettivi. E’, invece, utile fare uno sforzo di immaginazione, guardandosi dall’esterno. Che cosa si vede? Una donna potenzialmente con molte capacità, che si è lasciata ingabbiare in una relazione a senso unico, senza gratificazioni e serenità. E’ piacevole il quadro di se che si vede dall’esterno? Vedersi in modo ibiettivo, emotivamente distaccato, può essere la spinta a dire basta a una situazione poco gratificante, o a non ricaderci più.

Mettere a fuoco il problema.

Finchè la questione non si affronta, è difficile rendersi conto della situazione infelice in cui ci si trova. E’ bene, invece, riuscire a dirsi, ad alta voce, senza paura:”Sto con un uomo freddo, che non mi gratifica. E’ il caso di continuare in questo modo?” Questa piccola riflessione può aiutare a essere veramente oniettive e a convincersi che, se un uomo è incapace di legami veri, è praticamente impossibile riuscire a cambiarlo, pur con tutta la dedizione e i sacrifici. Una volta presa coscienza di ciò, sta alla donna decidere se è il caso di troncare o di continuare quella relazione.

Concedersi distrazioni.

Certo, un tradimento non è mai una soluzione auspicabile e onesta. E’ vero, però, che concedersi la possibilità di confrontarsi con altri possibili partner, anche solo per un’occasione o due, misurando così il proprio fascino, può costituire un’iniezione di fiducia e motivare maggiormente a un cambiamento. Si può, quindi, accettare un invito a cena da un corteggiatore o trascorrere un weekend nella casa di montagna di uno spasimante. Non si deve, però, commettere l’errore di lanciarsi subito in un’altra relazione: se non si è ancora pronte, è meglio non cercare un uomo qualsiasi solo per riempire eventuali vuoti e insoddisfazioni. Deve trattarsi, appunto, di distrazioni.

[tratto dal settimanala Viversani&Belli]


Argomenti: , , ,

Ritieni questo post utile o interessante?
Condividi

Leggi anche:

  • Non ci sono articoli correlati

94 Responses to “Perchè ci si innamora degli uomini sbagliati?”

  1. Alessia Says:

    Non me ne vogliano i signori maschietti, ma questo dovevo proprio metterlo :D

  2. amica di fra Says:

    ciao alessia, quello che hai scritto è purtroppo vero: nella vita capita che ci si prenda una cotta o sbandata per il tipo sfuggente che ti fa solo del male, l’unica via d’uscita è fermarsi a riflettere e capire che non è la donna innamorata ad avere dei problemi, quanto il tipo sfuggente, che di solito è narciso, bugiardo, insicuro e pieno di paranoie, che però fa venire alla donna, con l’intento di demolirla e farle perdere la sua autostima. Non è facile uscirne, ma basta pensare che questo tipo di uomo non dà niente di sè, ne ora, ne mai, che è solo una grandissima perdita di tempo. Questi soggetti non vanno difesi ma compatiti, perchè non saranno mai capace di amare davvero e di donarsi a qualcuno. La cosa è che non amano abbastanza se stessi, e di conseguenza la donna che hanno accanto. ciao

  3. Alessia Says:

    Beh, credo che la colpa sia anche delle donne però. Quando hai inquadrato il tipo e capisci che non cambierà mai, è meglio mollare … se non altro per amor proprio. Invece alcune donne non solo cercano questo tipo di uomo, ma ci passano pure una vita insieme consapevoli di soffrire … non lo definirei amore questo, ma ossessione.

  4. amica di fra Says:

    concordo appieno con quanto hai scritto, alessia. l’unica cosa è…scappare a gambe levate…purtroppo molte donne sono poco sicure di sè…e…non hanno la forza di reagire…speriamo il tuo articolo e questi commenti servano a qualche ragazza che legge…ciao

  5. Alessia Says:

    E’ vero, molte donne non hanno la forza di darci un taglio. Però prima o poi anche le persone più deboli dovrebbero imparare a reagire, magari sopporti una, due, tre volte, ma alla quarta basta. Ricordiamoci sempre che siamo noi a decidere per noi stessi, quindi non capisco il lamentarsi di tante donne di fronte a situazioni simili quando sono loro le prime a viverci senza batter ciglio. Ok che ognuno ha il proprio carattere, ma questo non vuol dire che bisogna farsi calpestare.

  6. Manuela Says:

    ciao Alessia e un saluto a tutte,

    Quasi un anno fà sono finita anch’io nella trappola dell’uomo freddo e sfuggente. Brillante, alla ricerca e desideroso di una famiglia (diceva), di condividere interessi etc, si è rivelato invece un uomo complicato, dipendente dal lavoro, preso solamente dai suoi problemi, assente da molti punti di vista. Mi sono ritrovata infelice, sola, depressa, mi sono sentita una nullità, trasparente e alla fine l’ho lasciato.

    La cosa più brutta è che questa relazione distruttiva mi ha devastata a livello psicologco, ho pianto tutte le lacrime che potevo piangere e ancora adesso ogni tanto mi tornano in mente degli episodi negativi della nostra relazione.. Ho come la sensazione di avere un incubo ricorrente, pensieri in testa che non mi consentono di fare punto a capo, come è sempre avvenuto nelle mie esperienze al termine di una relazione.
    Dato che è la prima volta che mi succede chiedo se è capitato anche a te…perchè questa persona è penetrata nella mia mente così?
    mah..davvero non riesco a capire, eppure sono convinta di aver fatto la scelta giusta. Inoltre non posso parlarne con nessuno perchè è passato del tempo e temo che le amiche possano pensare che io sia matta o che ci sia qualche cosa che non va in me.
    Sono contenta di aver trovato questo forum perchè mi sento meno sola! ciao

  7. Alessia Says:

    Ciao Manuela, benvenuta :-)
    Credo sia normale stare male quando si scommette tanto (a livello di sentimenti) su una persona per poi rendersi conto che la scommessa non era la stessa da entrambe le parti. E’ successo anche a me di aver conosciuto persone che si sono presentate diversamente da come poi il tempo le ha fatte vedere … sinceramente non capisco perchè esistano individui (di antrmbi di sessi) che all’inizio si mostrano gentili, premurosi, innamorati e con tanto buoni propositi, e che invece appena vedono che ci si sta affezionando a loro levano questa maschera e si mostrano per come sono in realtà. E sono tanti adagire così, credimi. La persona che si “sceglie” di avere a fianco dovrebbe essere quella che ti da sicurezza, che ti rispetta, che ti protegge, che ti ama più degli altri … non dovrebbe essere quella che invece ti fa sentire trasparente e infelice. Quindi se stare con lui ti faceva sentire così hai fatto benissimo a lasciarlo perchè, come ho detto più volte, prima di tutto ci vuole dignità per sè stessi: non bisogna MAI farsi calpestare in nome dell’amore, perchè se una persona ti ama non ti mette i piedi in testa. Secondo me hai fatto benissimo. Per quanto riguarda il fatto che ancora non riesci a fare punto a capo, magari è perchè in cuor tuo ancora gli vuoi bene (i sentimenti non è che si cancellano con un colpo di spugna, a volte ci vuole molto tempo prima che cambino forma e non influiscano più sul nostro stato d’animo). Ora non so quanto tempo sia passato da questa chiusura, però il consiglio che ti posso dare è di cercare di eliminare definitivamente ogni pensiero che puoi ancora avere su di lui: esci con le tue amiche, divertiti, non porti troppe domande tanto ormai la storia è chiusa. Fare nuove conoscenze potrebbe aiutarti molto, chiusa una porta si apre un portone: bisogna solo avere il coraggio di tagliare definitivamente ogni singolo legame con il passato. E non sei matta! Chi per amore è stato male ti può capire benissimo, solo chi non lo sa ti dirà che sei matta. La vita è una, e in giro di uomini per bene ce ne sono, basta solo guardarsi intorno ;-)

  8. Manuela Says:

    Probabilmente hai ragione, forse gli voglio ancora bene e forse mi sembra assurdo che una persona possa decidere che il lavoro venga prima di tutto e che preferisca mettere da parte le persone che gli vogliono bene piuttosto che lavorare un pò di meno… anche per la qualità stessa della vita e della salute! Eppure è proprio così, comunque l’atteggiamento è autodistruttivo…
    Se una persona non si ama e non si rispetta non può amare e rispettarne un’altra.

    Comunque, dopo diverse esperienze affettive deludenti, devo dire che non è facile sperare di trovare uomini “migliori”…
    Per ora rimango single e sto alla larga dagli uomini un sfuggenti, introversi, depressi, problematici… oddio quanto mi piacerebbe incontrare una persona solare, con spiccata voglia di vivere!

    A presto

    Manuela

  9. nadia Says:

    io sono ancora qui che mi lecco le ferite..ho conosciuto quattro anni fa quello che si definisce l’uomo sfuggente..intrigante..dolce..forte..indossa una divisa e questo gli e’ sempre servito per accalappiare le sue vittime.poco tempo insime ma tante lacrime..ogni volta che tentavo di allontanarmi,di conoscee o intraprendere una relazione sembrava quasi che lo sentisse..come un cane da tartufi..e ogni volta mi travolgeva..grande fascino e grande intesa sessuale..ma io non sono stata l’angoìioletto che lui voleva brava e buona a casa..per due anni ha mantenuto una storia con me e con un’altra..che naturalmente non sa nulla..lei l’ufficiale e io l’ufficiosa..molto probabilmente una sola donna non gli bastava..oggi e’ finita..lui fa il ragazzino mano nella mano con lei per negozi..ma io penso che quello che ha fatto a me e a chi prima di me tornera’a farlo anche a lei..speriamo se ne accorga prima…e ragazze lontane dalle divise degli ispettori..grandi parlatori ma gandi bugiardi

  10. Alessia Says:

    Nadia ma tu lo sapevi che nonostante stesse con te aveva un’altra storia o lo hai scoperto dopo? Perchè se scrivi che lei era l’ufficiale e tu l’ufficiosa mi viene da pensare che lo sapessi. Io non potrei mai dividere il mio uomo con un’altra, ma soprattutto come hai fatto a stare due anni con una persona che si divideva tra due? Questa non è una storia, ma una storia a metà per come la vedo io. Un uomo che esce dal mio letto e va nel letto di un’altra non merita il mio tempo, il mio rispetto, e soprattutto il mio amore. Se lo sapevi era facilmente immaginabile il fatto che ci avresti sofferto, soprattutto pechè l’”ufficiale” non eri tu. A volte siamo proprio noi a metterci in situazioni scomode … sappiamo che ci faremo male, ma nonostante ciò non riusciamo a dire di no. Per carità Nadia, non parlo di te e della tua storia perchè non ti conosco e non mi permetterai mai. Però mi è capitato di conoscere donne che erano consapevoli di andarsi ad imbattere in situazioni poco favorevoli ma nonostante tutto hanno voluto intraprendere una strada che poi le ha portate a soffrire seriamente. In quel caso la colpa non è da additare competamente all’uomo, perchè se una donna sa in partenza che la storia è difficile (per esempio perchè lui ha già un’altra storia o, peggio ancora, è sposato) poi non dovrebbe lamentarsi delle conseguenze. Forse dovremmo fermarci un pò a riflettere prima di buttarci a capofitto nelle avventure perchè spesso ci si sbatte la faccia e quello che è brutto è che lo sappiamo!

  11. amica di fra Says:

    nadia….la tua storia è identica alla mia…e si parla di divise…pure!

    ….è ancora peggio vedere che gli uomini che indossano una divisa, che dovrebbero essere ancora più ligi e seri di altri, invece la usano come dici tu per “accalappiare” le vittime…anche il soggetto che intendo io è “felice” con la sua mogliettina incinta ignara delle numerose corna vere e virtuali di cui è adorna la sua testolina! poveraccia!

    cmq alessia, sai come fanno questi individui? mica te lo dicono subito di essere accompagnati….di solito….ti fanno credere che ci sei solo tu…una volta cotta come una pera…ecco che saltano fuori come dal cappello di un mago….mogli, figli, fidanzate e conviventi!!!!

    scappare…scappare…è l’unica salvezza! e non credere mai…a nessuno. per principio…

  12. Alessia Says:

    Ok, magari non lo dicono subito … ma quando lo fanno perchè restare ancora con questa gente, dico io? Al cuor non si comanda fino ad un certo punto!!! Sono passata anche io in situazioni complicate e poco sincere e ho sempre chiuso subito quando ho scoperto che la realtà era diversa. Rimanere nonostante tutto non fa onore, anzi ci fa deboli sia agli occhi nostri sia a quelli che ci voglio “sfruttare”.

  13. il conte di Troppenburg Says:

    Sì sì… tanto voi donne siete tutte uguali: è inutile che diciate di non voler uomini così, ma alla fine siete attratte solamente da quei freddi e gretti individui. Affermate di non volerci ricadere e, poi, inevitabilmente ripetete gli stessi errori.
    Ovviamente dei maschietti seri e sensibili non vi interessa nemmeno l’esistenza, così costoro si invischiano nelle loro stesse lacrime, cercando insistentemente dove commettono errori. E rimangono senza una donna e senza l’amore… senza sapere che gli errori vengono commessi dalle donne.
    Grazie, grazie davvero a tutte le donne per avermi reso la vita un inferno di rifiuti. Vi auguro davvero, per una volta, di essere sincere; suvvia ditelo che amate gli stronzi… e, poi, si sa: gli stronzi sono anche più belli e carini dei bravi ragazzi… come volevasi dimostrare: bello e stronzo piace in tutte le stagioni.

  14. Alessia Says:

    Secondo me sbagli a fare di tutta l’erba un fascio perchè di donne interessate ad un altro tipo di uomini ce ne stanno eccome. Magari a te non sarà capitato di incontrarle ma ci stanno. Una sono proprio io. Non mi hanno mai attratto gli uomini belli e stronzi, ho sempre preferito quelli che rimangono più nell’ombra e che non hanno bisogno di pavoneggiarsi con il mondo. Quindi non tutte le donne sono così!!

  15. amica di fra Says:

    ciao Conte di Troppenburg, in linea di massima hai perfettamente ragione. Ti consiglio di leggere Ho sposato un narciso….è un libro molto utile perchè spiega come mai CERTI tipi di donna vengono attratti da CERTI tipi di uomini, è un meccanismo psicologico che solo con tanta forza di volontà si riesce a spezzare. E poi nn ti abbattere, un giorno troverai quella giusta e ti accorgerai che ne è valsa la pena di aspettare! :-)

  16. il conte di Troppenburg Says:

    Allora, esistono davvero!

    Se non fossi così timido, cercherei di conoscerti meglio: donne così sono protette dal WWF perché rischiano l’estinzione.

    Grazie Alessia per aver dato fiducia a quelli come me.

  17. Alessia Says:

    Per quanto non sia una femminista incallita (anzi spesso vado contro il genere femminile, in particolare le ultime generazioni) mi sento in alcuni casi di difendere le donne perchè non siamo tutte delle arpie o delle smidollate. Fortunatamente esistono ancora persone con dei sani principi quindi , conte di Troppenburg, non ti scoraggiare!!!
    ;-)

  18. barbara Says:

    Proprio la settimana scorsa ho lascito anch’io un uomo di questo genere. Fin dall’inizio della nostra relazione mi ero accorta che era totalmente anaffettivo, egoista e capace solo di amare se stesso. Non riuscivo però a staccarmi da lui. Più volte ho tentato e sono trascorsi due anni. Sentivo che mi voleva bene soltanto durante i nostri rapporti intimi, c’era una grande intesa ma fuori dal letto non era capace di dare nemmeno il minimo sindacale. Mai un gesto carino, mai un pensiero. La settimana scorsa ennesimo atteggiamento indelicato e io non ce l’ho più fatta. Ho investito tanto, l’ho amato immensamente ma amo più me stessa e la mia dignità. Mi tormento al pensiero di come posso esserci cascata con uno così, in quanto mi piacciono gli uomini a lui opposti. Non mi era mai capitato di rimanere invischiata con un’anaffettivo. Ma io valgo e forse ora che me ne sono andata lui se ne sta rendendo conto.
    Grazie per le tue parole, leggerle e leggere tutti i commenti mi è servito molto.
    B.

  19. Fatina Says:

    Sono otto anni che mi prendo e mi mollo con un uomo così.che dire lui non è il classico tipo anaffettivo qualcosa mi da ma spesso mi sento Poco capita e amata non so vorrei . .sono a terra

  20. Alessia Says:

    Se posso darti un consiglio, credo sia meglio che chiudi con questa persona perchè se sono già 8 anni che vi prendete e vi lasciate … che futuro pensi di avere con lui? “Qualcosa mi da” non è abbastanza, non credi?

  21. ninni Says:

    io purtroppo ci ho fatto un figlio e si è mostrato anaffettivo dopo che io partorissi
    prima mi dava tutto e voleva una famiglia ora sono diventata trasparente… soffro molto e non so come svincolarmi, poi con un cucciolo come farò senza aiuto economico?
    sono nella m.

  22. carmen Says:

    ciao non sempre sono cio’ che noi vediamo perche ’si mascherano bene e difficile dimenticare o non pensare a tutto cio ‘ che per lui hai somportato e fatto ma dopo tutto dovresti iniziare a dire che persone cosi nella vita meglio perderle che averle accanto amati di piu’ e guarda avanti senza voltarti indietro

  23. alina Says:

    ciao tutti, sono alina, nuova del post.
    ho trovato molto interessanti i vostri commenti, che mi sono voluta unire a voi per raccontarvi la mia esperienza personale.due anni fà ho conosciuto un ragazzo con le stesse caratteristiche del bello, narciso,sfuggente,bugiardo e stronzo.quando ci siamo conosciuti io ero fidanzata con un altro, ma di cui non ero piu innamorata, infatti quest ultimo è stato il trampolino che mi ha dato il coraggio di chiudere la relazione con il mio ex.vi giuro ragazzi che è bastato uscire una sera con questo ragazzo per innamorarmene perdutamente.lui mi faceva tanto soffrire e piangevo spesso disperatamente xlui.innanzitutto che ra fidanzato(anche se a distanza), non si decideva a mollra la fidanzata, ma nemmeno ad avere una relazione piu stabile ed appagante con me.si giustificava dicendomi che non voleva storie serie, che non voleva innamorarsi per paura di soffrire ecc ecc..io come una pera bollita, innamorata continuavo a dipendere dalle sue labbra, ingabbiandomi in un tunnel d inferno, incubi e sofferenze..molto lungo…lui era poco presente e molto ambiguo, non riuscivo ad essere me stessa o a rilassarmi in sua presenza, i nostri incontri sono sempre e solo stati pochi ed erano solo incontri che facevamo la notte , nella sua macchina, si chiaccherava, si faceva sesso e basta, mi riportava a casa.non mi ha mai si pio dire corteggiata,portata a cena, fatto un viaggio insieme…solo tante promesse e buone parole da parte sua..che invece si è rivelato un villano ..perchè spariva sempre e tornava quando gli faceva comodo solo per fare i suoi comodi porci.dopo un anno e mezzo di questa tortura, ho incontrato un altro uomo (ringrazio dio)che mi ha aiutata a uscire da questa brutta ossessione e rivivere serenamente.questo ragazzo con cui sto attualmente mi rende davvero felice ed è pieno di attenzioni e cura di me.mi sento felice ed appagata.il ragazzo che mi ha fatto soffrire mi è rimasto dentro, non riesco a dimenticarlo e penso che forse il motivo di questa ossessione possa essere che con lui non ho potuto vivere una storia normale e ne sento il rimpianto di non averlo potuto vivere, perchè mi piaceva tantissimo.il ragazzo con cui attualmente la storia mi piace molto ma nn ne vado matta come il primo, ma ho capito che l importante è trovare una persona che mi piace , stare bene e l esperienza mi è servita per non ricaderci , per fiutare prima le intenzioni dell uomo e saperle evitare se non ne vbale la pena.morale della favola
    il mio ragazzo attuale è migliore amico dello stronzo..hahaha e vabè..premetto che non è stata una cosa premeditata per ritorcermi contro lo stronzo, ma è stata comunque una bella soddisfazione xme in quanto lo stronzoooo…si è pure arrabbiato e voleva picchiarlo..ci ha litigato malamente..mah..fà capire ancora di piu quanto sia stronzo…si accorge di una persona solo dopo averla persa..classico..
    un bacio a tutti

  24. alina Says:

    e dimenticavo..lo stronzo..disse pure di avere avuto in passato buone intenzioni con me, che voleva fare una storia seria con me, che inizialmente frequentava solo me come donna bla blaa solo che poi non essendoci capiti io e lui…ha deciso di frequentare altre donne..oltre me..questo l ho scoperto pochi mesi fà..mah che delusione…veramente la gente arriva a tanto..se fosse stato veramente vero quello che ha detto penso che si sarebbe rivelato in diverso modo anzichè rispondermi che non voleva storie serie e impegni quando gli dicevo che avrei voluto piu stabilità—che cattivo..mi ha prorpio presa in giro e ancora oggi lo penso..uffff–….sarei disposta a tornare con lui se mettesse la testa a posto e trovasse veramente in sè quello che desidera..

  25. Alessia Says:

    Ciao Alina, benvenuta.
    Io credo non sarebbe giusto nei confronti del ragazzo con cui stai ora mollarlo se il precedente mettesse la testa a posto. Secondo ma ci sono persone che sotto certi aspetti non cambieranno mai perchè sono così di indole. A parole siamo tutti bravi, bisogna però vedere i fatti … e i fatti sono che ti ha trattata uno schifo. Poi si è pentito dopo averti persa? Ben gli sta, questo si merita. Come si dice: ogni lasciata è persa!! Quindi, secondo me, dovresti goderti la storia che hai adesso senza rimpianti per il passato perchè il suo essere geloso potrebbe semplicemente essere una ripicca nei confronti dell’amico e se tu torni con lui ci sono mole probabilità che ti prenda nuovamente in giro solo per prendersi una rivincita.

  26. Alessia Says:

    Per tutti quelli che si sono lamentati via email del fatto che non pubblicato i commenti vi dico solo una cosa: imparate a parlare educatamente, senza insulti e parole volgare, e pubblicherò i vostri commenti. Fino a che scriverete in questa maniera grezza i vostri “pensieri” finiscono nel cestino. Chiaro?

  27. Flavia Says:

    Ciao a tutte e tutti,
    sono una ragazza che è appena stata lasciata non dal bello e stronzo, ma da un ragazzo normalissimo, carino, solare e simpatico che si è stancato di me, che dopo due mesi (tra frequentazione e storia) ha capito che non voleva una storia. Io l’ho presa un po’ male, forse perché è stata la mia prima storia, forse perché lui si era dimostrato molto premuroso e sensibile, come invece poi non è…
    Comunque, scrivo solo per dirvi che le parole che ho letto in questa pagina mi hanno aiutato, mi son servite a sentirmi meno sola in questo momento… vi ringrazio e vi saluto con l’augurio che tutti possiamo trovare, prima o poi, “nuestra mitad de naranja”.
    Buon Natale e Buone Feste :-)

  28. Fracchia Says:

    Benvenuta a corte…

  29. Cecilia Says:

    Ciao a tutte/i.
    Ieri sera ho deciso di mettere un bel punto alla relazione con uno di questi esemplari campioni di narcisismo, egoismo etc etc…
    Premetto che una buona percentuale di responsabilità ce l’ho io.
    Era partita come una bella relazione, casualmente, piena di ottimi presupposti e affiatata.
    Dopodiché dopo un mese da piccioncini, in cui lui si era mostrato positivo, solare, vitale e affettuoso, le cose hanno iniziato a stonare.. una sera abbiamo rincontrato la sua ex di due anni dalla quale si era lasciato da poco, che dopo aver fatto milioni di patetiche scenate, se l’è ripreso, e hanno trascorso un mese in cui si erano rimessi ufficialmente insieme. Ufficiosamente però io e lui continuavamo a vederci, per grande compatibilità sessuale, nonostante ciò causasse in me una notevole sofferenza e umiliazione.
    Non volendo fare pressioni non mi sono informata circa la salute della loro relazione, ma evidentemente in capo ad un mese hanno capito nuovamente le motivazioni per cui la loro storia era terminata, e lui gradualmente ha tornato ad essere sempre più presente e disponibile con me. Inutile dire come la cosa mi riempisse di euforia e soddisfazione.
    Adesso lui è impegnato nella ristrutturazione della sua casa, impresa nella quale io spesso e volentieri ho avuto il piacere di dargli una mano, aiutandolo nei lavori manuali, portandogli cibo e invitandolo a fermarsi da me per cena e per la notte.
    Si è sempre dimostrato carino e gentile, appassionato nel sesso e attratto da me, però a differenza dei primissimi tempi mai una chiamata che non fosse di comodo (mi porti x, mi accompagni y…etc.) mai apprezzamenti, ma soprattutto una serie di affermazioni e atteggiamenti che a me facevano saltare i nervi, come il dire di non volersi impegnare per non rinunciare al sesso e al corteggiamento con altre donne, la gelosia nei miei confronti che non scaturiva da attaccamento ma da sua insicurezza e desiderio di essere al centro dell’attenzione, il rifiuto categorico di uscire insieme, fosse per andare al cinema, al teatro, a un concerto, proposte che io gli facevo e che puntualmente lui rifiutava con scherno. Giustificandosi poi con frasi del tipo “Mi hai conosciuto in un periodo strano della mia vita”, “Perché non ti accontenti di quello che hai”, “sono i fatti che contano e non le parole”…
    Io mi sono voluta illudere, ho sempre cercato il lato positivo di ogni sua affermazione del genere e ho assecondato questo suo atteggiamento pensando che aveva solo paura di soffrire nuovamente. Ma fortunatamente ho più stima di me di quanto non pensassi, e alla lunga questo mio atteggiamento permissivo, che non rispecchia affatto il mio caratteraccio esigente e intransigente, mi ha fatto saltare i nervi, se non con lui, quantomeno con me stessa!
    Mi sono detta: possibile che ancora provi a convincerti che lui sia mai stato innamorato di te? Possibile che se ancora, dopo tutta la tua disponibilità, correttezza, affetto, passione e entusiasmo, lui non ti dia quella fiducia e non ti dimostra quel rispetto che è di default, tu ti ostini ancora ad aspettare che arrivi??? Ma fatti il piacere!
    Perciò ieri sera avevo una gran voglia di uscire con le amiche, ma causa stanchezza, scarsità economica e mancanza di mezzi autonomi di trasporto, ho preferito raggiungerlo al suo cantiere e passare l’ennesima serata a fargli compagnia, per poi tornare a casa e trascorrere la notte insieme.
    Quando lui mi ha detto che gli sarebbe piaciuto uscire io ho dato per scontato che avremmo potuto farlo insieme, ma di fronte al suo netto rifiuto, sostenendo che “non stiamo insieme, perciò non ci dobbiamo far vedere insieme”, mi sono saltati i nervi per davvero, e ho iniziato a sfogarmi vuotando il sacco di tutti i pensieri negativi che coltivavo e reprimevo da tempo in me. La sua reazione è stata pessima, ha millantato una sua grande “sincerità”, che mi ha sempre detto che non era innamorato di me, che voleva solo sesso, che non mi ha mai chiamato se non per sua comodità…per poi quasi scaraventarmi a terra in un accesso di rabbia e violenza. Devo ringraziarlo per questo, certe volte noi donne, prescindendo dalla nostra intelligenza e capacità di essere obiettive, ci ostiniamo a non voler vedere le persone per ciò che realmente sono.
    Per una mezzoretta circa sono rimasta la a fissarlo finché la rabbia e l’impotenza non sono sbollite, e ho pazientemente atteso che finisse di lavorare per farmi riaccompagnare a casa in macchina, visto e considerato che ormai le linee urbane erano finite e non avevo voglia di addentrarmi da sola nel cercare un notturno che mi riportasse a casa.
    Da un lato sono contenta, mi sento sollevata da questo taglio radicale che è avvenuto dentro di me. Dall’altro mi chiedo se questa sensazione sarà definitiva. Sono certa che non essendo innamorato ed essendo orgoglioso e insicuro lui non mi cercherà.
    Insomma, punto e a capo. Si ricomincia da me.

    Ciao a tutte/i!

  30. Alessia Says:

    Cecilia, ti capisco benissimo. Ci sono passata anche io in una situazione simile. Hai fatto bene a decidere di dare un taglio netto: la dignità è la prima cosa! Non devi mai umiliarti e abbassarti per persone simili. So che a volte non è facile non affezionarsi, che spesso siamo così sciocchi da non vedere (o non voler vedere) anche le cose più palesi. Errare è umano, ma quando ci rendiamo conto di come veramente stanno le cose c’è solo una via da imboccare: chiudere la porta, senza pensarci due volte! All’inizio farà male, ma è un dolore superabile, e soprattutto non comparabile a quello che si prova quando, a mente lucida, ci rendiamo conto che siamo stati noi i primi a permettergli di averci usato e umiliato. La vita va avanti, tu sei più importante di tutto il resto ;-)

  31. Giorgia Says:

    Ciao a Tutte!
    Mi sono messa a leggere i post perchè sono in una situazione penosa anch’io!
    Sono innamorata di un ragazzo con cui condivido tantissimo: passioni, lavoro, amicizia , sesso.. All’inizio avevamo delle storie e non ero innamorata poi piano piano mi sono affezionata..e ormai sono due anni quasi.
    ogni volta che abbiamo provato a staccarci non ci siamo riusciti e sarà successo decine di volte. Fosse per me non mi staccherei ma devo farlo perchè ogni volta che ci uniamo tanto e passiamo troppo tempo assieme lui comincia a dire che non dovremmo, che dovremmo separarci ecc, quasi fosse un peccato mortale quando invece è una cosa bellissima volersi bene.
    Lui dice di sentirsi libero e di non volere una relazione impegnativa con me, anche perchè ha paura che se poi andasse male si interromperebbero anche i rapporti lavorativi che per lui sono la cosa piu importante ( il nostro è un lavoro creativo, siamo artisti, quindi non è solo un lavoro ma è praticamente la nostra vita)
    e poi sporadicamente fa sesso con tipe casuali.
    E io ci rimango malissimo perchè condividendo cosi tanto con lui non ho proprio bisogno di avere altre storie…
    Non so cosa fare! se ci rinuncio poi mi manca tantissimo ma allo stesso tempo non posso accettare che lui faccia sesso con le altre…
    e in piu comunque dobbiamo passare tantissimo tempo assieme per questioni lavorative e creative e diventa veramente difficile staccarsi.
    ogni volta che ho provato ad ignorarlo per un po lui si è sempre riavvicinato e io l’ho sempre riaccolto…ma ora non so proprio cosa fare!
    ieri mi ha ferito troppo dopo aver passato tutto il giorno con me, quando mi ha detto che la sera sarebbe uscito con un’altra…
    non ho dormito e lo odio profondamente
    Grazie

  32. silvia Says:

    ciaooo..io sto maledettamente soffrendo..perche mi sono innamorata di unamico,il mio migliore amico…il quale mesi fa ha ammesso che provva delle cose per me…ma quando poi ho lasciato il mio ragazzo dopo 5 anni che stavamo insieme,(era un suo amico tral altro),ha fatto marcia indietro….per paura,perche ha sofferto troppo perche esce da una relazione molto lunga e difficile,molto provato…ma io continuo e ho continuato sempre in un anno e mezzo ad essere la sua unica grande amica…sempre insieme..fino a quando l attrazione che ho per lui e lui per me..non ha avuto il sopravvento..io mi sono sempre piu innamorata fino ad amarlo con tutta me stessa….ho lottato e combattuto per farlo stare bene per aiutarlo ad aprire il suo cuore a sciogliersi…ho sperato…cercato di farlo maturare sempre di piu…ma a 24anni dvrebbe capirlo da se….io gli piaccio ma è piu semplice forse avermi come amica io non so non ci capisco piu nulla….io lo amo…vorrei stargli lontano ci provo ma poi ricasco….o micerca lui o io…..nei mesi scorsi è stato geloso verso di me….è molto protettivo….poi ha cambiato molto spesso i suoi atteggiamenti…è sfuggente….ce e non ce….(o ci sono sempre stata),,,stuidamente continuerò a combattere..ho paura di aver gia perso..ma non so cosa mi fa andare ancora avanti…io paziente non sono mai stata mentre ora ne ho tanta…..ma sto male…..e non so come sto facendo cosi….volere lui….stargli vicino da amica e pregare che nessuna si avvicini a lui…ascoltare magari qualche commento su un altra ragazza…io non reggo….ma spero sempre di farcela….vorrei trovare un altra persona meno sfuggente con meno seghe mentali e paranoie…eppure sono sicura che esiste un modo per averlo…..cosa devo fare?coe posso alontanarlo del tutto..di base ce sempre stata una splendida amicizia…..anche se poi l attrazione ha forse minato qualcosa ma siamo sempre insieme sempre legati…come amici….anche se lo amo..piu di me stessa….

  33. silvia Says:

    per giorgia….ah non sai quanto ti capisco..quando dici’non ho dormito tutta la notte e lo odio profondamente!!!ma tu sei innamorata di questo ragazzo….anche io condivido molto con questo mio ‘amico’o meglio ‘migliori amici’ come siamo sempre stati….2 amici che hanno condiviso tanto troppo!!!anche sesso….ma che in merito a questo…lui si blocca….e dopo 2 .3,mesi di amicizia…come sempre…ecco che ci casca che l attrazione ha la meglio e poi ritorna tutto come prima…..solo perche boooo dice che non mi sente…che magari non sa cosa succederà tra un anno tra 6 mesi…lui lavora sulle navi….e tempo fa mi ha detto’ma se quando torno dopo i miei mesi di lavoro…e capisco che mi sei mancata e che voglio te….tu che faresti?ci saresti ancora?io credimi non lo capisco…..e ti capisco perfettamente perche qundo sento che palra di qualche ragazza…io mi sento morire…pensa se sapessi che va a letto con altre….no non sono in questa situazione lui non è tipo….fino ad ora ha avutosolo me…..dopo la sua lunga relazione di 7 anni…ma la paura che potrebbe incontrare un altra….o avere una relazione sulla nave….io mi sento male mi viene da soffocare…..è una sensazione che non si puo descrivere….a parole!io credo che dovremo avere la forza di mandare queste persone insicure sfuggenti…instabile e che non sanno ciò che vogliono.una volta per tutte a quel paese!!ma io credo di non trovare mai ilcoraggio….lui ce sempre stato se sto male….mi ha fatto tanto del bene anche ….poi è successo cio che è successo….e …ora sono arrivata ad un punto che lo amo troppo…e amicizia e amore per lo meno da parte mia non so piu veramente come sto facendo a sostenere questa cosa….

  34. anna Says:

    la mia storia sembra apparentemente pù semplice di altre ma vi assicuro che sto proprio male sono sposata da tanti anni ed ho tre figli ma il mio matrimonio è in crisi da due anni ed ho deciso di separarmi nonostante mio marito vorrebbe continuare e dice che non devo buttare tutto all’aria e che non ho mai provato fino in fondo a ricostruire qualcosa, ma io so nel profondo del mio cuore che non posso continuare a fingere di amarlo e che vada tutto bene quando non è così. al mare ho conosciuto una persona speciale con cui ho vissuto momenti brevi ma molto intensi, ero in un momento in cui mi sentivo molto vulnerabile sta di fatto che mi sono innamorata tanto di lui ed ora che sono tornata a casa mi manca da morire ma so dentro di me che è una storia assurda, ci sentiamo ogni tanto e io ce l’ho sempre in testa. forse passerà ma ora è come se mi mancasse il terreno sotto i piedi…..

  35. Alessia Says:

    Non si può restare insieme fingendo di amarsi e che tutto va bene. Non è sano per che lo vive e nemmeno per i figli perchè un ambiente sereno lo si riconosce. Spesso i figli sono l’appiglio a cui aggrapparsi quando le cose non vanno, senza capire che sono i figli i primi a soffrire di un rapporto poco sereno tra i genitori. Magari un momento di pausa potrà farvi bene, cara Anna. Tuo marito preferirebbe che restassi con lui nonostante non lo ami più? A che servirebbe? Non è così che si può salvare un matrimonio, a mio modesto parere.

  36. marina Says:

    Alessia! Mi sono ritrovata pienamente sul: “ogni donna vive cioè la segreta speranza di essere l’unica in grado di far innamorare di sè un individuo sfuggente e difficile e di renderlo, un giorno, felice. In questa attesa, è disposta a crogiolarsi nel “dolore” e nelle aspettative deluse” e poi quando hai commentato con:”…Secondo me ci sono persone che sotto certi aspetti non cambieranno mai perchè sono così di indole” . Quindi pensi che avranno cmq difficolta’ ad incontrare un amore vero con cui desiderare di costruire famiglia, figli e quindi a stabilizzarsi, pur avendo gia’ 35/40 anni?

    Eccomi allora tra voi… in giro a trovare conforto per la mia sofferenza cercando di razionalizzare
    il perche’ lui nn sia innamorato di me (se pur molto attratto). Dopo l’annullamento di un matrimonio coronamento sbagliato di una relazione che nn andava piu’ bene, ho incontrato una persona a cui ho imparato a voler bene con il tempo. All’improvviso pero’, il desiderio di un figlio e di una famiglia nn pero’ nelle sue intenzioni. E’ stato allora che ho riversato questa mia nuova voglia su quel viso d’angelo che arrossiva quando mi vedeva arrivare. Un colpo di fulmine senza precedenti, ma vissuto solo tra messaggi, sguardi rubati, perche’ ogni volta che chiedevo di portare la relazione su un piano reale ce n’era sempre una diversa: ha prb familiari, alla lunga e’ uno che ha un caratteraccio… L’ultima e’ che effettivamente e’ coinvolto sentimentalmente da un’altra, gia’ da prima di conoscerci, ma precisando che nn e’ una fidanzata! (effettivamente le persone che lo conoscono dicono che nn sia fidanzato) L’altro giorno dopo nove mesi di illusione, ed all’ennesima scusa mi sono detta: “sai che oggettivamente nn trovera’ mai una come me, almeno salvaguardo l’orgoglio e chiudo io adesso” . Cosi’ inventandomi anch ‘io una storiellina cucita su misura gli ho detto che era meglio chiudere. Sto male da 5 gg, ed ho stoppato i suoi tentativi di ripresa promettendomi cambiamenti radicali! Spero di incontrare adesso, il padre dei miei figli.

  37. Alessia Says:

    Marina, io credo che non ci siano limitì di età per incontrare “l’anima gemella” ed essere felici. Sicuramente esiste un orologio biologico sul fattore della procreazione, ma non per l’amore. L’amore non si programma, non si crea a tavolino, non si può forzare … arriva da sè. Ma deve essere amore corrisposto, vissuto alla luce del giorno attimo per attimo. Non ho mai capito come molte donne accettino di “sopravvivere” (perchè non è vivere) in relazioni sempre sul filo del rasoio, con uomoni che non vogliono impegnarsi seriamente e che fanno promesse su promesse inventando poi mille scuse per non metterle in atto. Questo non è amore. Vivere accanto ad una persona che chiaramente ti fa capire che non prova le stesse cose che provi tu vuol dire scegliere di autoinfliggersi dolore e sofferenza. Arriva il momento in cui si deve dire basta perchè niente è peggiore del lasciarsi umiliare. Perchè un uomo che inventa scuse per non impegnarsi seriemente con te, ma che ti porta a letto pur sapendo che i tuoi sentimenti per lui sono veri, non fa che umiliarti. E se tu lo lasci fare allora a questo punto la colpa non è più sua, ma tua. Ovviamente il “tu” è riferito al generale. Se ti ami e ti rispetti sai quando dire basta. L’amore ti riempie la vita, a tutte le età … la cosa fondamentale è che sia sincero e soprattutto reale. A volte si scambia l’ossessione per amore e questo porta, purtroppo, molte persone a farsi del male da sole.

  38. Tiziana Says:

    Alessia concordo a pieno sui tuoi consigli … da poco ho tagliato con un 50enne (anche io ho 50 anni anche se ne dimostro 40) separato e narciso — dopo 3 incontri dove l’anaffettivitá al di fuori del letto da parte sua era disarmante e offensiva gli ho inviato un sms dove appaio comprensiva sul suo stato di ’scoglionato’ cronico ma ferma nel “fermarmi qui”… ricredere in un rapporto é difficile ma farlo con qlc che sembra avere perso ogni speranza é impossibile ! (ma sappiamo bene che di solito sono muri di scuse false che erigono solo per evitare legami.. sta’ all’intelligenza della donna capirlo subito).

    DONNE SIATE FURBE E ANALIZZATE BENE LA PERSONA PRIMA DI CADERCI !

  39. Sandra Says:

    Ho letto tutti i vostri post e devo dire…magari li avessi letti prima (forse non sarebbe cambiato nulla ma chissà)
    Io credo di aver toccato il fondo, di aver perso buonsenso, dignità e amor proprio.
    Dovrei vergognarmi a condividere con voi la mia storia ma tant’è…c’è stata a non la posso rinnegare.
    L’anno scorso a fine dicembre conosco un tizio (straniero) su un forum di fotografia. Dopo varie battute ci scambiamo le mails, il contatto skype.
    Dopo circa un mese di chat lui inizia a parlare di una relazione, che era legato a me e bla bla bla…provare nella realtà. Ok gli dico, incontriamoci.
    Si rifiuta, dice che è presto, così iniziamo a passare ore in skype (webcam e microfono) per mesi. Quando rientrava da lavoro la seera si connetteva e stavamo insieme in cam fino al giorno dopo: acnhe se facevamo faccende in casa, cucinare, uscire… le nostre cam erano accese. Vivevamo una relazione “reale” (lasciatemi passare il termine ma è gisuto per spiegare) non reale. Il sabato e la domenica insieme. Quando uno dei due usciva con gli amici (ed è capitato di rado) l’altro lo aspettava…insomma due deficienti.
    Ad agosto si decide che lui verrà da me. Prenota l’aereo…7 giorni prima della partenza coglie l’occasione per un litigio, sparisce e non viene. Riappare dopo una settimana perche dice che gli mancavo. E giù di nuovo mesi in skype. Si decide che a settembre sarei andata io da lui, lui organizza tutto (almeno così dice): biglietti pronti…due giorni prima che io prendessi l’aereo per andare da lui, coglie un’altra occasione per litigare e sparisce. Inizio a tempestarlo di sms, telefonate….niente…sparito. Ho aspttato 3 settimane e dopo il silenzio assoluto a ogni mio tentativo di comunicare con lui decido di fare il biglietto aereo e partire. Definire nella realtà una volta per tutte questa situazione. Sfortuna ha voluto che appena arrivata sono stata derubata in modo alquanto spiacevole, ero impaurita per cui gli ho mandato un sms in cui gli dicevo che avevo bisogno di aiuto, gli ho spiegato cosa fosse successo (nessuna risposta perchè probabilmente non mi ha creduto). Sono arrivata sotto casa sua ma non mi ha aperto. Ero impaurita…il vicino di casa mi ha vista in quelle condizioni e ha chiamato suo fratello (lui vive con il fratello).
    Morale: mi hanno mandato un amico che mi ha pagato un taxi e mi ha portata in un albergo. E’ stato con me a fumare una sigaretta e a farmi sfogare su quello che era successo e poi….saluti e baci.
    Lui non mi ha fatto neppure una telefonata per chidermi come stavo. E io sto ancora qui a leccarmi le ferite, a chiedermi dove ho sbagliato.
    Lui era proprio come si diceva nei post precedenti. Ero io la fredda e distaccata all’inizio, non volevo una relazione (anche in virtù della lontananza) ma appena io ho iniziato a legarmi a lui…è finita. Sono diventata un giocattolo nelle sue mani, spesso diceva che lui meritava di meglio, amava scrivere poesie e anche io ne scrivevo. Una volta, negli ultimi mesi gliene mostrai una. Dopo un minuto di silenzio il suo commento fu: “rubbish” (spazzatura) ed era spazzatura qualsiasi cosa io facessi…va beh…lo so sono stata una deficiente :-(

  40. Alessia Says:

    Sandra, non sei stata una deficente. Purtroppo quando si è innamorati a volte si fa finta di non vedere determinati atteggiamenti. Ci siamo passati tutti, è una reazione normale. L’importante è chiudere una volta che si è capito di che pasta è fatta la persona che abbiamo davanti. Perchè se si persevera allora si che si passa dalla parte del torto!

  41. maria Says:

    Sono sposata da 20 anni,ho un marito che non mi fa mancare nulla….e mi sono perdutamente innamorata di un’altro….chè è più giovani di me,sposato,padre di 2 bambini e peggio ancora fa il pilota e abita a 800 km da me…..Un’uomo che ha sconvolto la mia esistencia…..che mi fa prendere dei aerei per trovarlo nei aeroporti dove arriva o da dove parte….pur di stare con lui per alcune ore…sono diventata pazza……

  42. Alessia Says:

    Più che altro sei scorretta nei confronti di tuo marito. Non si tiene il piede in due staffe.

  43. AAAfelia75 Says:

    Quest’estate ho conosciuto un uomo meraviglioso, al mare, e tutto è iniziato con un drink.
    Il giorno dopo mi invita in centro, ed io accetto. Ero corteggiata da diversi uomini ma lui aveva qualcosa di diverso, e non capivo cosa fosse, mi attraeva ma l’idea di una relzione mi faceva paura allo stesso tempo. Lui sposato da poco più 5 anni, sempre stato presente nonostante tutto. Ci vedevano tutti i giorni, una passeggiata un drink e poi a perderci nel sedile posteriore della macchina ..Spesso ci vedevamo anche di mattina..Insomma il fatto che fosse impegnato non mi pesava affatto e lui riusciva a farmi sentire unica. Poi un giorno, piano piano incomincia ad allontanarsi, fino al punto che ci vediamo un ora la settimana. E se cerco di chiudere la storia, riesce a farmi cambiare idea. Dice che devo avere pazienza, e dice di amarmi. Io non ci capisco più nulla, e piango quasi tutti igiorni ormai. Sono uscita con altri uomini, accettando il corteggiamento, ma niente nella testa solo lui, e quando rientro da un appuntamento mi sento più vuota di prima, e ricomincio a piangere. A modo suo continua ad essere presente anche se piu’ distante. Io non riesco piu’ a gioire quando lo vedo, perchè non so quando lo rivedro’ e questo mi fa stare male. Insomma mi sembra di essere la stronza in versione femminile..poi facciamo di tutto per farci ingelosire, io gli passo davanti con l’ultimo corteggiatore e lui mi racconta della sua ultima corteggiatrice, io lo prendo per stronzo e lui mi guarda e smorza con una bellissima risata, e se faccio una scenata di gelosia, mi prende per scema ed io rispondo con un secco favvanculo..se poi uno mi corteggia me le suona di santa ragione (sempre scherzando non sul serio), insomma liberi ingabbiati e gelosi alla follia e forse anche innamorati..
    Grazie ragazze di tutti i vostri commenti che ho letto, e grazie dello sfogo. Non so come finirà la mia storia, spesso vorrei buttare tutto all’aria perchè sto davvero male, ma adesso, che mi libero del mio dolore, mi rendo conto che amare ne vale sempre la pena anche quando fa soffrire, anche quando tutto sembra non avere un senso, anche quando non sai perchè. Perchè l’AMORE di per sè non ha un senso logico e non riconosce delle regole razionali. E’ tutto d’istinto e l’istinto adesso mi dice:” esci e corri a vederlo” sia pure per un istante, perchè in quell’istante in cui incontro il suo volto o solo vedo la sua macchina mi sento felice..felice come una bimba (come mi chiama lui),… che sta conoscendo l’AMORE PER LA PRIMA VOLTA!!

  44. AAAfelia75 Says:

    Buona serata a tutte, vi ringrazio se state rileggendo. Grazie Alessia di questo Bolg.
    Ieri dopo aver scritto, il mio umore era migliorato.
    Vi racconto la mia giornata cosi’ mi libero un pò.
    Anche oggi la solita fuga, per sfuggire dal lui e dal dolore,.
    Esco di casa in tarda mattinata, mi occupo di alcune cose, un appuntamento in questura una visita dal medico e poi via al solito giro ..incrocio la sua macchina sul viale che mi portava al mare, un suono di clacson ed il mio cuore batte forte, poi mi accorgo che non è solo e cosi’ dinuovo la tristezza.
    Non so cosa sia più difficile, se sapere che l’uomo che ami sia sposato o vederlo con l’altra seduta a fianco. A me fa più male la seconda.
    Infondo amare una persona non lo puoi decidere, il tuo cuore batte e tu non puoi fermarlo. E sei consapevole che amare è bello, tanto quanto a volte fa soffrire. Cosi’ mi fermo a bere una birra con degli amici a un bar, e poco dopo più di un’ora me lo rivedo passare accanto, sempre con sua moglie. Questa volta mi vede pure lei, mi sono sentita morire dentro, avrei preferito non accadesse. E’ imbarazzante!
    Sono rientrata a casa, e mi sono chiusa in camera. Così con i miei pensieri di una giornata finalmente conclusa. Certo, adesso mi sento confusa, e voglio capirci qualcosa!! Sto vaneggiando credo!!..
    Tutto il giorno cercando di trovare qualcosa da fare per non pensarci, per non sentire quel toc toc al cuore, per fingere che non mi importi nulla, che tanto posso andare avanti anche da sola, che ce la posso fare, che infondo ho vissuto una vita senza di lui potrò vivere ancora.
    Ma L’AMORE, care amiche, è tutta un’altra faccenda.

  45. Alessia Says:

    L’amore non segue regole, questo è vero, ma non sempre dare ragione all’istinto è la cosa migliore. Un uomo sposato non potrà mai darti l’amore che meriti … anche se passa con te delle ore intense e stupende, poi è dalla moglie che torna. Se davvero fosse innamorato di te lascerebbe la moglie, in fondo il divorzio non è poi la fine del mondo se non ci sono figli di mezzo. Ma se non la lascia allora vuol dire che è un uomo di poco valore. Così come tradsisce la moglie potrebbe tradire te un giorno. Esistono persone totalmente inaffidabili, che ti promettono mari e monti ma che alla fine non hanno la minima intenzione di assecondare queste promesse. Per quanto si possa amare qualcuno, il rispetto per noi stessi deve sempre stare al primo posto. E permettere a qualcuno di farti stare male significa non avere rispetto per te stessa. Per come la vedo io queste storie non portano mai a nulla di buono, ma soltanto a grandi sofferenze.

  46. AAAfelia75 Says:

    eppure sai Alessya sto imparando ad incanalare la sofferenza e renderla positiva.
    Si dice che dalle pene nasce il grande artista, e da questa storia tanto ricca quanto sofferta sto traendo la vera essenza di me. La poesia e il disegno. e sto scoprendo di avere più qualità di quelle che conocevo, inoltre sto imparando ad amare. Strano a dirsi, ma anche una persona sposata ha tanto da dare, non solo un rapporto a due, e lui mi sta donando altro. Mi sta donando la possibilità di scegliere cosa voglio veramente. E so che quando vorrò crearmi una famiglia, se lui vorrà esserci bene, altrimenti mi girerò e me ne andro, piangendo, stando male, ma con la mia dignità, proprio come dici tu. Diciamo che in fondo per ora va bene anche a me. E infondo non è forse l’amore di per se un sentimento difficile?
    Capace tanto di farci gioire ma anche di soffrire, ma di rialzarci più forti che mai!!
    Ti abbraccio Alessya buon natale a te e tutte le ragazza

  47. tiziana Says:

    Sto male, anche io mi sono imbattuta in un uomo che ha paura di amare e che da un anno e mezzo mi sta facendo impazzire. E’ capace di dirmi, mentre siamo a letto, facciamo un figlio e cambiamo le nostre vite e poi sparire per giorni. Proprio quando stiamo bene immediatamente dopo si ritrae. Siamo entrambi separati e siamo lontani. Ha alti e poi bassi repentini. Mi dice che vive con colpa il nostro rapporto per la figlia e che non riesce a risollevarsi dal fallimento del suo matrimonio. Mi riempie di parole che io sono unica per lui, che non ha mai fatto l’amore come con me, eppure sfugge. Si sbottona solo quando facciamo l’amore o quando ha i freni inibitori staccati, tipo quando torna la notte e ha bevuto qualcosa. Non so cosa fare. L’ho lasciato varie volte, ma sono sempre ritornata sui miei passi, cercandolo ripetutamente. E’ stato sempre geloso e mi ha reso la vita impossibile per le sue paranoie legate alla possessività. La scorsa settimana però è stato lui per la prima volta a dirmi che la lontananza ci ha giocato un brutto scherzo e che anche se io sono unica per lui, sarebbe stato meglio che ci frequentassimo di più, perchè lui quando stiamo insieme sta benessimo e che è un periodo difficile per lui. Non so cosa fare!

  48. Alessia Says:

    Tiziana, spero per te che lui prenda una decisione presto: l’amore non può essere part-time!!! Capisco che sono situazioni difficili.

  49. Pallina Says:

    Dopo una storia di due anni con un narcisista egoista, e dopo un po’ di mesi comincio ad uscire con un ragazzo meraviglioso: dolce, fedele, carino, generoso,…insomma, l’uomo ideale che tutte vorrebbero. Sono felice e la nostra storia, nonostante alcuni miei tentennamenti dovute alle brutte esperienze, comincia. Per la prima volta sono serena e tranquilla e anche se la passione non è bruciante e alle stelle c’è comunque attrazione e fisicamente va tutto bene.
    Poi conosco un nuovo cliente al lavoro….scatta subito un’attrazione strana…però non ci faccio caso più di tanto: in fondo, mi dico, ho gli occhi per guardare e quindi un bel ragazzo è sempre un bel vedere. Poi cominciamo a lavorare insieme: m piace come lavora, come si muove, come mi parla, e lui comincia a corteggiarmi sapendo perfettamente che sono fidanzata.
    Dopo mesi di corteggiamento cedo ad un invito a cena e …zac!4 ore a baciarci in macchina. Presa dai sensi di colpa lascio subito il mio ragazzo che soffre come un cane dicendogli la verità, ma l’ “altro” invece di essere contento fa marcia indietro. Dice che io non sono pronta per una nuova storia…che lui è sulla difensiva perchè ha sofferto…tante parole ma nei fatti non fa nulla e non vuole nemmeno vedermi.Dice che però lui ci tiene….che non è un cazzaro (ma c’è qualcuno che lo ammette?)….e via dicendo…ma di fatto nei miei due mesi da single nulla si muove e lui è sempre troppo impegnato. Io mi riavvicino al mio ex che intanto non ha mai smesso di corteggiarmi e lui…spunta di nuovo fuori come un fungo e dopo tre settimane…un invito a cena e di nuovo solita scena, mi bacia appassionatamente, dice che mi desidera da impazzire, ma poi dice che è un errore, che lui sente istintivamente che è meglio non fare nulla. Ma che storia è? Non posso nemmeno dire di essere stata sedotta e poi abbandonata perchè lui si è sempre rifiutato di andare al sodo! BOH. Io mi sento una vera idiota e il pensiero di soffrire per un simile individuo mi fa davvero arrabbiare. Vorrei pensare che ci possa essere un’altra spiegazione che non sia “la verità è che non gli piaci abbastanza”…ma non riesco a trovarla.

  50. Alessia Says:

    La verità è che a molti uomini piace essere “quello che ti fa girare la testa e ti ruba al tuo ragazzo” ma non il fidanzato. Facci caso … quando eri impegnata (e anche quando ti sei riavvicinata al tuo ex) diceva di volerti, ma quando poteva averti davvero ha fatto marcia indietro. Però, se come hai scritto sopra con il tuo ex stavi beni ed eri felice, perchè lo hai tradito e lasciato? Quando si è felici con qualcuno potrebbe corteggiarti persino George Clooney che nemmeno lo guarderesti. Almeno per me è così, io sto da dio con il mio uomo e anche se mi capita di incontrare uomini belli e corteggiatori proprio non mi importa. Amo e rispetto troppo la persona con cui sto per poterle fare del male. Secondo me a volte si dovrebbe frenare l’istinto e valutare un pò di più i fatti e la realtà.

  51. Maria Says:

    Ciao Alessia, grazie di questo Blog che a mio avviso può essere di aiuto a tante di noi che hanno avuto la “sfortuna” o la “colpa” di essersi imbattute nella tipologia d’uomo freddo, distaccato, lontano e anaffettivo. La mia storia non è differente da quella di molte altre. Lui appena uscito da una lunga relazione (lasciato in realtà), io in attesa del grande amore. Colpita e affondata! Lui che all’inizio parla di matrimonio e di figli, salvo poi tirarsi indietro dicendo che non è pronto ad affrontare una nuova relazione dopo quella passata che l’ha distrutto. Passano i mesi e lui continua a sostenere che siamo solo amici e che ancora non ha capito se mi ama oppure no. Nel frattempo, conviviamo, facciamo viaggi insieme, e svolgo il ruolo della compagna a 360 gradi (e non sono neanche la fidanzata!). Non vuole farmi conoscere alla sua famiglia e amici, né tanto meno vuole conoscere la mia famiglia e i miei amici. A tutti continua a dire di essere single. Sente regolarmente le sue ex e a uscire con “amiche”, mettendomi a conoscenza di ogni cosa (a suo dire per onestà nei miei confronti). Conosce perfettamente i sentimenti che provo per lui e più volte gli ho comunicato la mia intenzione di rompere il rapporto se le cose non migliorano. Quando viene messo alle strette, sostiene che di più di quello che a suo parere mi sta dando, non riesce a dare. E che io potrei essere la donna della sua vita, ma che ancora deve ben capire se lo sono oppure no, quindi non ha senso lasciarsi. So bene che una sola cosa devo fare, ossia lasciarlo, ma ogni volta che, armata di coraggio e determinazione mi trovo il suo viso di fronte, le parole non riescono ad uscire dalla mia bocca, e l’unico sentimento che provo è la tenerezza, l’amore e la gioia di vederlo. Dimenticavo, io ho 40 anni lui 45 ed è più di un anno e mezzo che tutto ciò va avanti. Help!!!!!!!

  52. Ely Says:

    Brillante poi sfuggente, coinvolto all’inizio poi anaffettivo: era proprio così il ragazzo con cui ho rotto meno di un mese fa: conosciuti casualmente grazie ad una passione comune (il ballo), da subito ci siamo piaciuti ed è scattato feeling e attrazione; anch’io cercavo l’amore oltre che la mia “seconda possibilità” dopo una brutta delusione d’amore datata a circa due anni fa; lui diceva di non aver trovato mai la ragazza giusta, quella di sani principi e che la pensasse come lui, aveva avuto solo flirt, a suo dire, nessuna storia importante. All’inizio era molto preso: parole d’amore, gesti affettuosi, mi aveva presentata agli amici, era anche pronto a portarmi a casa sua con la famiglia ma poi, immancabilmente, cercava i suoi spazi, i suoi momenti per sè, in cui io mi sentivo quasi “accessoria”, messa in pausa; spesso durante i nostri confronti verbali emergeva l’egocentrismo, l’immaturità che, all’inizio, sinceramente, non avevo notato per nulla.
    Non mi ha mai detto di amarmi anche se, in più di una circostanza, mi ha rivolto parole tipiche di questo sentimento..e io mi sono illusa perchè cercavo l’amore e, in certi momenti, mi sono convinta di essermi innamorata..Presto però mi sono accorta che non lo ero ma era soltanto la proiezione di un mio bisogno che mi portavo dentro da tanto tempo..Quando ci siamo lasciati mi ha detto che i suoi sentimenti avevano attraversato degli alti e dei bassi ma che non aveva avuto nessuna intenzione di illudermi e ferirmi, mi ha confessato di non essersi innamorato e di aver capito che non eravamo fatti l’uno per l’altra..cosa che, purtroppo, ad un certo punto della storia ero arrivata a comprendere anch’io, anche se, pur sentendo i primi “campanelli d’allarme” avevo remore a prendere l’iniziativa di chudere la storia, forse per un senso di attaccamento che ormai avevo sviluppato verso di lui e verso la relazione..
    Ora sono abbastanza serena anche se ci penso ancora molto e sto ancora facendo ordine mentale; sono consapevole che, seppur sbagliata, questa storia mi ha fatto crescere e ne avevo bisogno per sciogliere certi miei “nodi interiori” comunque mi rendo anch’io conto che la tipologia di uomo descritta nel post esiste davvero ed è scioccante, a mio avviso, un profilo maschile di questo tipo: uomini che vogliono essere amati ma non si lasciano coinvolgere fino in fondo, che ci “sanno fare” ma alla fine sono tutti presi da se stessi e dai loro problemi, egocentrici e narcisi..
    La mia relazione è durata solo un paio di mesi e mi è servita per conoscere meglio me stessa e capire che in giro, purtroppo, ci sono anche questi ragazzi con cui è possibile prendersi solo un grosso abbaglio..Spero tanto di trovare, un giorno, un vero uomo capace di amare e donarsi veramente; per fortuna “nel mare ci sono tanti pesci” ;-)

  53. Alessia Says:

    E’ proprio vero Ely, il mare è pieno di pesci, basta solo saper pescare! Le brutte esperienze servono anche a questo ;-)

  54. suzy Says:

    Anche la mia è una storia che fa male,lui è sposato ma non perdeva occasione per giocare con me,mi diceva cose carine e allusive,cercava sempre di restare solo con me,mi guardava per ore fisso negli occhi come un pesce lesso,fino a che un giorno mi rendo conto di essermi innamorata…e glielo dico…non so se è stato uno sbaglio…ma a me sembrava giusto farlo,a quel punto in lui scatta qualcosa e comincia a indietreggiare ma solo a parole perchè ai fatti non cambia niente…mi ripete che a me deve passare,che lui non ha mai tradito sua moglie(è la seconda moglie),che quando mi sarà passata diventeremo grandi amici,che per adesso è meglio non vederci più…evitarci…ma se io lo evito lui arriva,mi guarda con il suo solito sguardo innamorato,e mi dice:”Amore è soffrire,amore mio.”Oppure”Vedo che non ti è passata per niente amore mio”.Inoltre è geloso di me,al punto che è andato da un suo collega che mi corteggiava a dirgli di lasciarmi stare che io non sono fatta per lui.Ultimamente mi sono trovata per caso in bar con questo collega,lui è passato e ci ha visti e poi quando ci siamo incontrati senza nemmeno salutarmi mi è saltato su dicendo che io e lui non dovevamo più vederci,che lui è sposato,che cosa farei io al suo posto,che lui mi vuole tanto bene perchè sono una persona speciale,ma che non è innamorato di me e che stando insieme a una persona innamorata di lui stà gia tradendo sua moglie…e che lui non lo vuole fare…ma noi non ci siamo mai dati nemmeno un bacio anche se lui diceva di averne voglia.Adesso dopo questo fatto lui si è messo in malattia e so che vuole cambiare posto di lavoro penso per non vedermi…io non posso dimenticarlo,ma non sono nemmeno una rovinafamiglie…vorrei cercarlo…ma poi?MA IN CHE CAVOLO DI SITUAZIONE MI SONO CACCIATA?

  55. Alessia Says:

    Suzy, secondo me dovresti lasciar perdere. So che non è facile, quando si è innamorati non è mai facile staccarsi … però credo sia la soluzione migliore. Credo che lui abbia chiaramente fatto capire di non voler tradire la moglie (anche se in realtà, un uomo fedele e innamorato non avrebbe mai permesso ad un’altra donna di avvicinarsi così tanto e non avrebbe mai fatto il geloso. Il tradimento non è solo quello fisico, tradire con la testa è la stessa identica cosa) quindi restare aggrappata ad una speranza ti fa solo del male. Tu hai tutto il diritto di vivere una vita serena e felice, con una persona accanto che ti ami e ti dedichi il 100% delle attenzioni. Un uomo sposato non potrà mai darti quello che cerchi, dammi retta. Purtroppo ho visto fin troppe donne sprecare tempo e soffrire per uomini sposati che promettevano mari e monti ma che poi tornavano sempre dalle mogli.
    Chiudere è la soluzione migliore. Si sta male, ma poi passa. Esistono mali peggiori di questo ;-)

  56. Stella85 Says:

    ciao a tutti,sono nuova ed è la prima volta che scrivo quello che provo su un blog..leggendo tutte le vostre storie e i commenti mi sono sentita meno sola e capita..: :-) vi racconto la mia storia:ho lasciato il mio ex fidanzato, dopo 1 anno e mezzo di relazione burrascosa e piena di tira e molla, da circa 6 mesi proprio perchè era una persona estremamente egoista, anaffettiva, irrispettosa nei miei confronti e perchè faceva uso abituale di sostanze stupefacenti. Dopo la rottura mi è capitato di avere qualche appuntamento, ma, non sentendomi pronta per lasciarmi andare in una nuova relazione sentimentale, ho troncato tutto sul nascere. Da circa 2 mesi ho incominciato ad uscire con una persona (amico del mio ex e con cui ha anche litigato per me) e sento che mi sto innamorando; questo mi manda in crisi in quanto questo ragazzo sta dimostrando di essere diverso da come era all’inizio..Mi ha corteggiata tantissimo e abbiamo passato il primo mese a vederci tutti i giorni, adesso invece ci stiamo vedendo meno perchè lui è sempre impegnato con gli amici ecc. Nonostante abbia notato un cambiamento (che non si limita solo alla riduzione della frequenza dei nostri appuntamenti, ma anche a sensazioni indescrivibili verbalmente e che forse solo noi donne riusciamo a percepire), a parole sembra che sia tutto uguale: continua a dirmi che sta bene con me, che avrebbe voglia di vedermi e che quando non siamo insieme gli manco, ma non so se credere a quello che dice. Ho anche il dubbio che veda altre ragazze. Sarei tentata di dirgli quello che provo e che mi piacerebbe iniziare una relazione lui, però ho paura che sia troppo presto, ho paura che lui non provi la stessa cosa e che da me voglia solo una relazione sessuale (l’intesa tra noi infatti è favolosa e i rapporti sono estremamente intensi e appaganti). Conoscendolo meglio sto capendo che se da un lato è una persona passionale e premurosa, dall’altro è anche sfuggente, narciso, egocentrico, egoista e “farfallone”. Alla luce di questo comincio a pensare che forse non è il patner ideale per una storia seria e per essere finalmente felice, però non ho nè il coraggio di mettere le cose in chiaro con lui nè la fermezza di troncare il tutto.. certe volte mi odio perchè ricasco sempre negli stessi circoli viziosi!!!cosa devo fare?aiutatemi!!

  57. maddy Says:

    anche io come voi sono invischiata in una storia cosi.. e’ un mese che va avanti con scuse per non vederci sempre carico di lavoro immerso in mille altre cose tranne me.. e io che gli credo e gli do mille attenuanti e possibilita, devo ammettere che lui mi e’ stato accanto in un momento difficile della mia vita e che fin ora mi ha dato molto nel poco che ci si e’ visti mi sento una sciocca presa per il naso.. all inizio circa 5 mesi fa gentile mi corteggiava era sempre presente, adesso mi manda un messaggio al giorno dove trova sempre scuse per non vederci.. dice che e’ un periodo cosi mi chiede pazienza ma non voglio che mi prenda in giro ogni giorno messaggio che mi pensa che gli manco ma allora dovrebbe fare di piu per noi.. so che dovrei chiudere questa situazione mi sta facendo tanto male ma sono intrappolata sono confusa e indecisa, da un lato vorrei dargli tempo dall altro non so se e’ la cosa migliore per me sono davvero confusa..

  58. Ely Says:

    Ragazze, vi capisco..la mia relazione si è conclusa da poco più di un mese e a volte ancora tutto mi rimbalza nella testa con grossi interrogativi: ma perchè ha fatto così?Come è possibile dimostrare affetto poi prendere le distanze? Come scrivevo qui sopra il ragazzo con cui stavo io era simile ai vostri partner; io cercavo di capire, di fare la persona matura: comprendere i suoi bisogni e le sue motivazioni, cercare il terreno della mediazione ma poi cosa stava succedendo? Stavo sacrificando il mio benessere e i miei desideri profondi in nome di un sentimento che nella sostanza non era nemmeno amore..Perchè noi donne siamo così: ci mettiamo il cuore,l’empatia, vogliamo “sentire”il nostro partner, e non solo su un piano intimo ma umano, profondo..E magari loro si trincerano dietro il loro individualismo e ci “ricomprano”con parole dolci e qualche uscita galante..Non voglio demonizzare gli uomini ma consolare le donne sul fatto che certe “trappole emotive”sono frequenti..
    Io vi consiglio: ascoltatevi, chiedete se siete felici, se quell’uomo vi fa davvero stare bene poi prendete la vostra decisione, senza remore..Il bisogno, la dipendenza,la paura della solitudine spesso ci tengono legate ad un uomo che magari non amiamo nemmeno ma semmai quelle che amiamo sono le emozioni legate a quell’uomo e a quella relazione, in verità però quella persona può rivelarsi davvero quella sbagliata..
    Certi segnali e certi episodi quali descritti da voi sono inequivocabili e vanno messi bene a fuoco, non sono da sottovalutare! Pensate prima di tutto a voi e al vostro benessere: fate ciò che è giusto per voi e se lui è quello giusto cambierà atteggiamento ma in caso contrario girate pagina e datevi un’altra possibilità con un uomo migliore..

  59. Alessia Says:

    Bravissima Ely, condivido al 100%!!

  60. Laura Says:

    Ely la tua storia mi ha fatto venire un brivido perché sotto certi aspetti è simile alla mia, almeno per le sensazioni vissute e i comprtamenti e le parole sue. All’inizio questo ragazzo mi corteggia, mi invita a cena alcune volte, passiamo più volte anche tutta una giornata a scrivere messaggi. Io avevo un ragazzo che era all’estero (e con cui le cose non andavano bene da tempo) e all’inizio resistevo poi piano piano cedo. All’inizio lui mi accusa di essere fredda e calcolatrice… lascio il mio ex-ragazzo per lui ma lui comincia a tirarsi indietro. Gli sms si fanno sempre più rari, non ha mai tempo per vedermi, qualsiasi amico o pseudo impegno vengono prima di me… Avevo purtroppo sentito e ignorato quei campanelli d’allarme che mi dicevano che non sarebbe finita bene. Lui è narciso e anafettivo, dice di non essere mai stato innamorato, di non aver dormito mai due notti di fila con una ragazza (con me succede per la prima volta). Un giorno lo metto alle strette e dice che in realtà non è più sicuro di volere una vera relazione con me, come gli è successo altre volte non sa come ma gli sta passando l’entusiasmo iniziale. Ma come è possibile? Quando stavamo insieme stavamo bene, c’era sintonia e complicità, o almeno così credevo io. Dal momento in cui ha cominciato a diventare sfuggente alla fine ho vissuto con il fiato sospeso, sempre a fissare il telefono sperando in un suo sms. Sono passati due anni nel frattempo e ci ho sempre pensato, era un tarlo. Per lui non ero più niente fin da subito. Ovviamente lui ha avuto altro storie, di alcune di queste sono venuta a sapere e ogni volta era come una piccola spina, all’inizio ci stavo male alla fine neanche più. E tutto mi conferma che non era la persona giusta, però…non lo so rimane un’assurda e inspiegabile nostalgia dei momenti belli che nel mio immaginario ho purtroppo mitizzato. Oggi a distanza di due anni l’ho incontrato a pranzo (mi doveva rendere dei libri), ero molto serena, segno che di per sé mi è passata, anche se ho rivisto per un’ora quel suo essere brillante degli inizi e non ho potuto non domandarmi si nuovo perché non ha funzionato. Insomma nonostante ce la metta davvero tutta per razionalizzare (ha molte tipe, flirta con tutte, fino a qualche mese fa se lo incontravo in un locale faceva finta di non vedermi come facevo anche io, non mi ha mai più cercata, non gli piaccio abbastanza etc etc) esercita ancora un fascino su di me. Che cretina.

  61. Stella85 Says:

    Ely hai perfettamente ragione!credo proprio che siano la paura di rimanere sole,la dipendenza dall’idea dell’amore e di avere qualcuno su cui contare a livello affettio che ci rende così vulnerabili e in un certo “succubi” degli uomini..

  62. Ely Says:

    Cara Stella85, io credo che la paura della solitudine, il bisogno di avere un compagno e il desiderio di vivere una vita amorosa siano istinti naturalissimi in qualsiasi donna; chi può dichiararsi autosufficiente e bisognosa solo di se stessa? Anch’io ho vissuto più o meno le tue stesse tappe sentimentali: storia importante finita male poi periodo di solitudine con frequentazioni inconcludenti e, in parte, “freno a mano tirato” da parte mia..infine arriva lui che mi riaccende quello che non provavo più da tanto tempo..e io finalmente pronta a rimettermi in gioco, rischiare, darmi un’altra possibilità per amare ed essere felice..
    Ma il mio desiderio, anche se mi ha dato la spinta per tentare l’inizio di una relazione, non ha costruito quello che volevo: una storia importante, un rapporto alla pari..
    Anch’io, come te, sentivo i “campanelli di allarme” ma avevo degli scrupoli a troncare il rapporto; mi chiedevo: “Ma forse sono io che sbaglio, che fraintendo, che me la prendo troppo” “Magari è troppo presto, la storia è appena iniziata, devo darmi e dare a lui del tempo”..e via dicendo..; da un lato però ammetto che l’idea di dover affrontare un’altra volta un distacco e tornare da sola (come due anni e mezzo prima) mi bloccava..Ma poi, quando ero sola con la mia coscienza, mi chiedevo se lui fosse davvero il partner giusto e se quella storia mi stava dando ciò che volevo davvero..
    Puoi concederti ancora un po’ di tempo per pensare, ma non troppo altrimenti la tua dipendenza da lui non potrà che aumentare, se però senti che dentro di te non sei serena e convinta devi prendere una decisione: parlandogli apertamente oppure prendendo le distanze da lui e vedendo come reagisce..purtroppo, a volte, lo stato di indecisione è meno gravoso che la presa di un’iniziativa ma, devo proprio ammetterlo: meglio una sofferenza vera, che poi col tempo passa, che una “storia finta” che non fa altro che illudere e logorare il cuore!! Tanti in bocca al lupo!!

  63. Stella85 Says:

    grazie di cuore per i tuoi consigli ely.. :-) l’altro giorno ho avuto finalmente il coraggio di dirgli quello che penso e che se devo avere una frequentazione con un individuo fantasma, piuttosto preferisco non avercela proprio..lui si è reso conto di essersi comportato male con me e dal momento che non vuole perdermi vuole provare a cambiare. Ho già notato dei piccoli cambiamenti (si fa sentire più spesso e mi racconta cosa farà durante il giorno, cosa che prima per me era un mezzo mistero), però prima di fidarmi completamente voglio vedere quanto durerà e se davvero lui può essere un potenziale patner in grado di farmi stare bene..

  64. Ely Says:

    Stella85: bene, Stella, mi fa piacere sentire che c’è stata un’evoluzione in meglio e che tu abbia trovato la forza di mettere le cose in chiaro: cerca di tenere questa linea ed essere irremovibile..se sono rose vedrai che fioriranno! In bocca al lupo!

    Laura: capisco bene la situazione, tu hai incontrato questo ragazzo in un momento di fragilità, quando ti sentivi sola e avevi bisogno di affetto e attenzione; io, il mio, l’ho conosciuto in una fase della mia vita in cui ero pronta a rischiare e rimettermi in gioco perchè ero stanca di stare da sola e volevo riaprire il mio cuore..insomma, in entrambe le circostanze, questi ragazzi hanno trovato terreno fertile su cui seminare!
    Anche il tuo, come il mio ex, temo fosse il tipo d’uomo che ci sa fare più di altri, che dà ad intendere più di quanto sia davvero disposto a dare ma che, in un rapporto, resta sempre in superficie, tiene un piede dentro e uno fuori..Magari sono cresciuti senza imparare come si sta dentro una storia, come si ama una persona..forse è solo immaturità magari, forse, è anche una scelta di comodo (non mi innamoro perchè mi costa fatica fare le cose sul serio..) ma resta il fatto che, su noi donne, l’effetto è micidiale per la nostra autostima e il nostro amor proprio! Credo che questi ragazzi si compiacciano in un primo momento del piacere della conquista, assecondando i richiami della loro indole di cacciatore, ma poi, sul lungo periodo, non siano in grado di vivere pienamente un rapporto perchè manca in loro quell’intelligenza affettiva, quella capacità di sentire l’altra persona, capirla e conoscerla fino in fondo..loro, però al contrario, reclamano totale comprensione anche quando sono nel torto..
    Mi spiace, Laura, che dopo tanto tempo tu non abbia ancora sciolto il nodo (anch’io ci penso tanto ma perchè il fatto è recente..) ma quello che ti deve rendere forte e capace di andare avanti è la consapevolezza che hai trovato un uomo sbagliato che non faceva per te, lui era in difetto e tu non potevi fare niente per cambiarlo! Probabilmente dopo di lui nessun altro ti ha riacceso sentimenti ed emozioni che lui, invece, ti aveva suscitato e per questo sei ancora emotivamente presa ma probabilmente ciò che ti lega a lui è solo forte nostalgia e ricordi intensi ma non amore o affetto sinceri..Tutto umano e normale, prendine atto, cerca di portarti indulgenza e nutri la fiducia nella possibilità di fare presto un incontro migliore dove, questa disavventura, ti sarà servita per diventare più attenta e selettiva! In bocca al lupo!

  65. Laura Says:

    Cara Ely, grazie delle parole di conforto. è come dici tu, lui di sicuro ci sa fare, ha sempre molte donne ai suoi piedi e se ne compiace. Sapevo non avesse una grande fama già prima di uscire con lui, ho stupidamente creduto che non ci sarei cascata, non pensavo mi sarei innamorata di lui. Ho peccato di arroganza perché pensavo che io ero quella “speciale”, quella di cui lui si sarebbe innamorato (dato come si comportava all’inizio). E mi sono sbagliata alla grande. Quando l’ho messo alle strette è sparito. Un po’ come stella85 ho detto che una relazione così non mi bastava più, lui prima mi dice che non mi vuole perdere e poi…non si fa praticamente più sentire. Sono stata io a umiliarmi e ricercalo a distanza di settimane, ero come una drogata in crisi di astinenza, non riuscivo a credere che mi avesse cancellata così, e invece lo aveva fatto. Sono arrivata a dirgli che se non mi poteva dare una storia vera mi sarei accontata delle briciole. Che pena. Spero di stare mai più male così per un uomo, mi aveva divorato dentro. Mi aveva lasciata completamente vuota, un fantasma. Piangevo e dormivo e quando uscivo facevo davo corda ai i suoi amici che conoscevo pensando che forse si sarebbe accorto che si perdeva qualcosa, illudendomi che si sarebbe ingelosito e cercando tramite i suoi amici di capire se nel frattempo stava con un’altra.
    Il tempo in questi casi aiuta molto e devo che ora i giorni in cui piangevo per lui per fortuna sono distanti, ci sono stati in questi due anni (da quando è finita la nostra relazione) almeno un paio di episodi per i quali mi è davvero scaduto… mi sono resa conto che alla fine lo avevo idealizzato molto. In fondo la cosa che ricordo con più nostalgia era da una parte come il tempo con lui per me volasse, i minuti non bastavano mai e poi come sapere che l’avrei incontrato al giorno x ora y mi stampava il sorriso ebete in faccia e mi faceva affrontare qualsiasi casino nella giornata con serenità. Ricordo come percorrevo la sera quei metri dalla fermata del bus a casa sua, ecco lì ero davvero felice perché stavo per incontrarlo. Alla fine la nostalgia è più di queste sensazioni che non di lui. Ora mi è capitato di ripensarci così, perché l’ho rivisto per pranzo settimana scorsa dopo molti mesi e un po’ ci ho fatto pace, insomma sono riuscita a incontrarlo senza che il cuore mi balzasse al petto, senza il terrore di dover dire la cosa giusta al momento giusto per impressionarlo, senza piangere dalla rabbia la sera. Direi che è il peggio è passato, anche se ridere e scherzare con leggerezza con lui mi aveva portato a chiedermi di nuovo quel pomeriggio, se doveva proprio finire tra di noi. La risposta è sì, un si convinto.

  66. Maty Says:

    Ciao a tutte, aiutatemi vi prego perchè sto uscendo fuori di testa e con una bimba di 2 e mezzo non posso permettermelo…chiamatelo narcisista, anaffettivo,viziato ma sta distruggendo la mia vita da quattro anni e quella di nostra figlia….in ogni vostro post c’è qlcs della mia storia…
    l’ho conosciuto quattro anni fa tramite un amico comune..ambedue “grandicelli”….lui si è presentato come il più classico dei principi azzurri…mi apriva la portiera della macchina..mi inondava di sms…bigliettini..coccole e abbracci in qls luogo…e sessualmente tutto andava bene…dopo appena un mese mi chiede di sposarlo: in 45 anni lui non aveva mai trovato una donna come me…ed io 37 innamorata decido di sposarlo…dopo 6 mesi eravamo marito e moglie…..ed ecco che succede l’assurdità , ancora adesso cerco di razionalizzare ma nn riesco, torniamo dal viaggio di nozze ed andiamo a stare x tutta l’estate in un appartamento nella villa delle sue sorelle (4 tutte più grandi di lui , e nipotame vario che va dai 23 ai 33 anni! ndr)..lui tutte le mattine si alzava di buon ora e si “ficcava” a casa delle sorelle , quando provavo a raggiungerlo mi dicevano che era andato a mare con le sue nipoti 28/33 anni… la sera nn c’era più intimità tutti a casa di tutti…. finalmente finisce l’estate e si ritorna in città…. lui sessualmente si rende latitante ed alla mia ennesima richiesta di fare l’amore risponde: …Tesoro(?) ma è naturale che dormendo sempre insieme la passione viene meno(…solo dopo 3 mesi!!!!!???)….spariscono gli sms:…Tesoro(?) gli sms sono roba da ragazzini….mi chiede di non tenerlo per mano davanti gli altri e che lui si sente soffocare che se io lo amassi veramente gli lascerei fare ciò che vuole ovverosia andare a ballare almeno quattro volte la settimana con i suoi amici…ho provato anche ad avvicinarmi al suo mondo( il ballo) per comprenderlo meglio…ho ballato fino agli 8 mesi di gravidanza..l’alternativa era restare sola a casa…il ballo la sua passione (ossessione)…9 mesi di gravidanza trascorsi da SOLA…lui pur avendo lo studio sotto casa nn voleva che lo chiamassi o cercassi fino alle 21… nasce la bambina…niente abbracci nemmeno a lei …baci coccole NIENTE…la parola d’ordine e la sua vita e le sue passioni, i suoi passatempi..in tutto questo le sorelle alle quali mi ero rivolta per un aiuto mi rispondevano ma fallo divertire tanto la notte ti torna a casa…ed io DAVO sempre di più con la speranza che si accorgesse di noi….trascura il lavoro(sempre al computer a scaricare musica o video del “suo ballo”…. già perchè il ballo era appannaggio suo in quanto:-” è inutile che mi perndi in giro a te nn piace ballare se ti piacesse veramente ci andremmo ogni sera!…”… già peccato che io lavorando in un’altra città mi devo alzare tutti i gg alle 5 del mattino perparare lo zainetto con il cibo di nx figlia e correre a prendere il pullman ed essere alle 7,15 a lavoro …tutti i gg …mentre lui rimane a letto fino alle 8,30… (ma dove lo trovi un padre che tutti i giorni accompagna la figlia all’asilo? ..mi rinfaccia sempre)….. adesso la bimba comincia a farmi domande… ed io ci sto male….g. 28 dicembre u.s. tornando da lavoro a casa ho avuto un’amara sorpresa…aveva portato via tutte le sue cose..TUTTO!… guardacaso in concomitanza dell’ennesima riunione del suo parentame per le festività natalizie…provo a chiamarlo…niente! gli mando un sms supplicandolo di trascorrere con noi il capodanno…risposta:…anche voi mi mancate , ma va contro i miei principi trascorrere il capodanno in casa…ho bisogno di andare a ballare..tanto nn c’è niente di male vado con le mie nipoti!…… la bimba è innamorata di suo padre che la respinge anche fisicamente , apponendo una mano tra di loro…perchè in quel momento la bimba potrebbe avere le mani sporche , perchè la bambina è pesante…(pesa 12kg!)..perchè…perchè …..sono stanca sono triste..da quel 28 di dicembre ad oggi ha fatto entra/esci da casa per altre 4 volte … diventando verbalmente sempre più violento… la bimba è nevosa..a casa non sorride mai….e nn fa altro che accusarmi della situazione negativa del nx rapporto …perchè lui vorrebbe un matrimonio aperto…premetto che lo amo e che mi rendo conto che non faccio il bene della bambina rimanendo con lui e che la mia dignità l’ho messa sotto i piedi….

  67. Mary1979 Says:

    Non lo sento da due giorni. Storia di tre mesi, molto breve fortunatamente. Lo conosco in occasione di un colloquio di lavoro. Io 32 anni laureata disoccupata di Roma, lui 34 in carriera di Napoli. Per il lavoro non si fa niente, è uno stage non retribuito e non posso permettermi di non guadagnare. Inizia a cercarmi, messaggini, telefonate, email. Sempre più dolci, carine, tenere. Iniziamo a frequentarci, iniziamo a piacerci, lui dopo un mese parla d’amore. Io freno, c’è qualcosa che non mi convince. Inizia a parlare di un mio ipotetico trasferimento a Napoli, che lui con le amicizie che ha può inserirmi in giri molto buoni a Roma e a Napoli. Insisto su Roma ma mi lascio convincere per Napoli perchè, come diceva lui, avremmo potuto viverci quotidianamente. Sembrava il principe azzurro. Quello che tutte desiderano. Mi compra i biglietti del treno per andare e tornare nei we, cerca di trovarmi una stanza con altre ragazze a Napoli. Ma c’è sempre quel qualcosa che non mi fa stare tranquilla. A volte è maleducato e arrogante, non solo con me, ma con camerieri al ristorante, con i commessi nei negozi. Non mi piaceva questo comportamento e glielo facevo notare. Spiegazione: è stressato per il troppo lavoro e la gente gli fa perdere tempo. Alla fine ero sempre io l’inopportuna, quella che non lavorando non capisce lo stress e il nervosismo, l’infantilona, l’immatura, la bambina. E io per non discutere e credendo che fossero solo scazzi temporanei stavo zitta e andavo avanti. Fino a qualche giorno fa. Dovevamo stare insieme due giorni per via di un colloquio che lui mi aveva procurato (chiarisco che in una precedente chiacchierata esce fuori che sono fortunata ad avere un fidanzato che si preoccupa per me e che mi cerca lavoro e che dovrei solo ringraziarlo. Questo era diventato il mantra giornaliero). Il primo giorno un amore, premuroso, attento e dolce come non mai. Il secondo molto meno, mi spiega che è stanco per il lavoro. Ci sta. Non ci sta che mi risponda male quando non faccio nulla, non ci sta che mi offenda in continuazione, che mi insulti. La goccia che ha fatto traboccare il vaso? Ho osato sedermi al suo computer senza chiedere il permesso. ( Mentre la volta precedente aveva detto che non dovevo chiedere in continuazione il permesso per tutto e che se due persone si vogliono bene condividono tutto). Volevo solo controllare la mia posta. Badare bene: sedermi, solo sedermi. Non avevo fatto altro. Apriti cielo. Insulti, improperi, parolacce a non finire. Non ce l’ho fatta più, gli ho urlato che volevo rispetto, gli correvo dietro per parlare con lui e per fare ciò ho aperto di scatto la porta del bagno e gli ho pestato un dito. Inutile dire cosa abbia potuto urlarmi. Mi sono scusata all’infinito ma ovviamente non è servito a nulla. Per cercare di fermarlo gli ho dato uno spintone (gesto che mi fa male e che mi porterò dietro per tutta la vita) e lui risponde buttandomi a terra. Non riuscirò mai a dimenticare quello che ho fatto!!! E’ stato terribile, so benissimo di averlo istigato e innervosito. Lui non lo avrebbe mai fatto, è stata solo colpa mia. Mi ha cacciato di casa, ha buttato fuori la mia valigia e mi ha urlato di andare via. Sono ripartita piangendo come una disperata. Umanamente sono stata trattata come spazzatura. Ha solo scritto dei msg per sapere se ero arrivata sana e salva. Non ho più risposto. Ho capito quale era l’angoscia. Non mi fidavo. Con me è stato una bestia. E non parlo dello spintone. Quello lo dimentico. Non dimentico il mio gesto semmai. Parlo degli atteggiamenti adottati con me in precedenza. Gli chiedevo solo rispetto, gli chiedevo di evitare insulti e parolacce quando si rivolgeva a me. Non credo di essere infantile per questo. Sto bene, sto veramente bene oggi. Mi sono resa conto di essere forte, di avere volontà e rispetto per me stessa. Da un male, ho guadagnato un bene… Me!!!! Ho avuto delle sensazioni e ho voluto toccarle con mano. Cercavo di capirlo, cercavo di non pensare alle cose brutte che mi diceva (l’ultima è stata “chiudi sto cesso” alias taci, prima le sue richieste riguardavano il modo di vestire (o troppo curata o troppo casual), colore dei capelli (lui mi voleva mora, mentre io sono bionda), persino lo smalto gli dava fastidio). Inutile dire che non ho acconsentito a nessuna di queste richieste. Gli voglio bene, ma voglio più bene a me!!!!!

  68. Samuel Bellamy Says:

    Sono sposato da 22 anni con una splendida donna inglese, allegra, intelligente, solare, che ho conosciuto casualmente durante un crociera. all’epoca 27 anni lei 36 io, liberi entrambi. Innamorati immediatamente, “coup de foudre”, e alla fine della crociera le ho chiesto di venire a vivere con me, e ha accettato.
    Un’affinita assoluta, come se ci conoscessimo da sempre. Tre sole storie prima di me, in giro per il mondo, essendo lei ballerina. La prima a 20 anni in Portogallo, una cosa durata pochi mesi mi dice, quasi una cotta estiva niente d’importante. Le altre due altrettanto banali, a causa delle distanze in altre parti del mondo.
    Una vita relativamente serena, una figlia, nessuna difficoltà finanziaria, insomma la solita routine matrimoniale; ma i rapporti intimi, gia difficili per via di una sua certa timidezza, si facevano sempre più rari e insoddisfacenti, sino a rifiutarmi almeno da parte mia. Le chiedevo spesso se mi amasse, e mi rispondeva”… ma certo, che domande”. Lentamente mi accorgo di desiderare l’amore e il desiderio che lei non riesce a darmi.
    Senza mai aver approfittato delle tante occasioni che mi si sono presentate in oltre 20 anni, perdo la testa per una collega, letteralmente. Lei se ne accorge facilmente . scoppia il finimondo e cerca di recuperare. A letto si trasforma, ma questo invece di rassicurarmi mi convince che è solo perchè non vyuole perdere me e quello che c’è “attaccato”, cas interessi e quant’altro. Ci calmiamo. La mia storia rientra, mma io cerco di capire cosa mai mi abbi spinto a perde la testa eil perchè di quel suo comportamneto intimo, prima e dopo la mia sbandata.
    Mi ricordo di certi suoi diari. Non ho mai messo il naso nelle sue cose, ma volevo conoscerla di più. Scopro l’impensabile. Quella che doveva essere una cotta di pochi mesi col portoghese era una tormentata storia durata oltre 6 anni, durante la quale lei era il cane e lui il padrone. Bugie, sotterfugi, vigliaccate, sfruttamenti anche economici, insomma tutto quello che potrebbe definirsi “umiliazioni”. Ma lei niente,; provava il secondo fidanzato ma poi cercva sempre quel balordo, spacciatore di droga , brutto anche fisicamente, al confronto di lei bella, biond e scultorea.
    Non è tutto. Incontra me, cirac due anni dopo lei aveva detto che con il balordo era finita, ma durante il rientro ad un porto francese dove io l’aspettavo per portarla finalmente a vivere con me, la sua nave fa scalo a Lisbona e cosa leggo sui suoi diari “…Sono sul ponte della nave per vedere se c’era…. ma non l’ho visto. Ho provato a telefonargli, ma non rispondeva”. Due giorni dopo la prendevo a Tolone dove l’aspettavo con tutta l’ansia che si può avere quando si è innamorati.
    Che dire. Ad un balordo che l’ha umiliata non gli ha fatto mancare niente, anche le cose più volgari, a chi gli ha dedicato una vita…. Chi òle capisce le donne. Ditemelo.

  69. Angelica Says:

    Salve a tutti! Sono qui per unirvi a voi,nel raccontare la mia storia…..
    Anch’io come molte di voi, mi sono “imbattuta”in un tipo sfuggente,freddo,ambiguo,molto probabilmente con problematiche affettive irrisolte.Ci siamo ritrovati ad una cena di classe dopo anni di silenzio post-scolastico.Ci siamo subito presi,nel senso che caratterialmente lo sentivo molto affine a me:è una persona introversa,riflessiva,sensibile(credevo!).Da subito ha iniziato a parlarmi dei suoi problemi coniugali(si stava separando dalla moglie per volontà della stessa) ed io,lì ad ascoltarlo partecipe della sua situazione.
    Inizia a telefonarmi ed io continuo ad ascoltarlo cercando di consigliarlo al meglio e tirarlo un po’su come faccio solitamente con i miei amici,essendo particolarmente altruista e sensibile ai problemi altrui.Mi interessava stargli vicino da AMICA ma probabilmente per lui non era così fatto sta che dopo un poco che ci sentiamo e frequentiamo scatta da parte sua qualcosa,forse bisogno di affettività,comprensione,sesso che travolge pure me(nel senso che mi spiazza completamente!).Inizia una specie di relazione,molto fredda e distaccata da parte sua e ponderata da parte mia, sofferente per una precedente storia.Ci si vede per circa un mese ma quando scopre che forse non può avere ciò che desidera nell’immediato(una vera e propria relazione sessuale) comincia ad allontanarsi adducendo svariate scuse come il lavoro,la figlia,problemi vari.Cerco di capire ed aspetto pazientemente chiedendo un chiarimento ed un confronto costruttivo tra noi volendo fare un passo indietro per tornare allo stadio iniziale ovvero all’amicizia:mi rendo conto che è meglio procedere per gradi e se è il caso,poi di sviluppare la relazione in altri termini.
    Fatto sta che continua ad essere sfuggente,ambiguo,totalmente irrispettoso nei miei riguardi e per i miei sentimenti.Si fa vivo di tanto in tanto,ma senza mai esporsi o per lo meno replicando monosillabicamente ed affermativamente a ciò che gli dico e scrivo per msg.Continua a cercarmi fino a quando mi invita nuovamente a cena.Spero sia l’occasione giusta per chiarire ma……NULLA!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Rimanda alla prossima volta, poichè dice,è stanco per il lavoro.
    A questo punto,decido di sbloccare la situazione e di dirgli come stanno le cose ovvero che vorrei stargli vicino ma che non lo faccio per il suo atteggiamento sfuggente,che sono confusa per il suo comportamento e che a prescindere dall’evoluzione della storia, mi sono sentita affine inizialmente a lui e che credevo di aver trovato una persona speciale.Risultato:non l’ho più sentito!
    Ho tratto le mie conclusioni arrivando a pensare che per lui sono stata un semplice ripiego ed un passatempo per riempire quel vuoto che probabilmente ha e che dovrà riempire prima con un’adeguata psicoterapia…….
    Ed io come una cretina…ci sono caduta ma non con tutte le scarpe…almeno!

  70. gemma Says:

    Ciao a tutte! Bello questo forum davvero aiuta a sentirsi un tantino meno sole ,anche se è davvero difficile districarsi da questi uomini anaffettivi e distanti,come a tutte voi è accaduto pure a me ,ho conosciuto in chat ormi da 3 anni un uomo single e maturo che sta in un’altra regione ,ci siamo sempre visti poche volte m quando ci vedevao stavamo insieme x 10 15 giorni,sebrava tutto xfetto ma lo sentivo sempre distante e lui ha sempre messo le mani avanti dicendo che non si sarebbe innamorato,che sarebbe stato impossibile che lui si sarebbe innamorato di me pero’ poi mi diceva che ero per lui speciale ,che mi voleva troppo bene ecc insomma mi confondeva …a letto c’era un’intesa splendida …e poi un giorno scopro frugando fra le sue cose che lui si vedeva con un’altra …io poi gli ho fatto notare questo e lui con molta non chalanse mi disse ,non te l’ho detto per non farti soffrire … poi ho interrotto ogni rapporto …ne lui chiama ,ma davvero questa storia mi ha reso triste,e ora non riesco a vedere nessuno ….

  71. Mariagrazia Says:

    Leggendo i vostri post mi sento meno sola e meno stupida,anche io ho avuto a che fare con un individuo così,concordo, scappare,scappare e ancora scappare…

  72. Manuela Says:

    Ho scoperto per caso questo forum,proprio nel momento giusto!Sto frequentando da 5 mesi un uomo che posso definire proprio così:sfuggente,lunatico,indeciso,narcisista,impulsivo ecc… preferisco non continuare…nello stesso tempo una persona dolce e molto apprensiva,ma il problema più grande è che un giorno mi fa sentire la donna più felice del mondo e il giorno dopo non mi considera per nulla.Ho cercato di troncare questa storia,ma lui cerca sempre di tenermi su un filo e per il fatto di non riuscire a prendere una decisione mi fa sentire male e sono consapevole che, per il carattere che ho,questo comportamento non mi appartiene.
    Ora sono nel pallone perchè vorrei capire cosa gli frulla nella sua testa,ma so che da un uomo così starò solamente male.
    Ciao a tutte Manuela

  73. Alessia Says:

    Manuela, se è un uomo DEVE decidere cosa fare, i tira e molla lasciamoli ai ragazzini. E ricordatevi: l’amore per se stessi viene prima di qualunque cosa, mai lasciare che gli altri calpestino la nostra dignità e i nostri sentimenti.

  74. mery Says:

    sono mery..nuova del forum di cui ho visto me stessa in vari commenti…sono distrutta dentro all’animo ..al mio cuore…dopo 20aa di separazione in casa perche’ lui ammalato e pultroppo con il mio stipendio non potevo permettermi di darle un assegno di mantenimento..ed avendo un fido abbastanza alto..e cresciuto 2 figli sola…subendo ogni tipo di maltrattamento anche a livello psicologico..all’eta di 52aa ancora una donna molto piacente..intelligente..si butta con consiglio di amiche in una relazione…lui si presenta amorevole..gentile…ci conosciamo e ci frequentiamo…mi ripeteva in continuazione ti amo….ma la sorpreva avvine dopo quasi un 4 mesi insieme ci vedavamo ogni 15gg…andavo da lui con in carico di un figlio di un precedente matrimonio…questa creatura educata e dolce quelle poche volte che ci siamo incrociati…be torno al mio racconto un po raccapricciante…nonostante avessimo una buona intesa sessuale…inizio a vedere che era una uomo freddo..distaccato…e con il tempo avevo capito che non sapeva amare ne me ne il figlio e nessuno..c’e’ l’aveva con tutti partendo dalla sua mamma deceduta ..al suo lavoro..a sua ex moglie..alal sua ex convivente e tutte le donne che aveva avuto prima di me…e pensavo come puo’ un uomo odiare cosi tanto…sia cehe non si accettase che non era bello ,ne alto era un centimetro + alto di me..insomma non si amava..ma la cosa mi sconcertava era che dopo il rapporto sessuale si alzava senza coccolarci e andava a vedersi la tivu lasciandomi cosi’ da sola senza una parola dolce nulla…prima mi diceva dopo il rapporto ti amo..e solo che tu non me lo dici mai…i primi tempi ero in difensiva volevo conoscerlo meglio prima di sbilanciarmi nel dirle la verita’ che lo amavo…glielo dissi dopo 3 mesi che lo amavo e tutto cambio’ all’improvviso…mi fece tante promesse andremo a venezia io e te…e poi verrai con me sharm…erano solo bugie….i fuori dal letto era freddo, distaccato, io facevo parte della tappezzeria…si armava di aspirapolvere e ti indugeva a pulire casa sua..poi portavo gia’ cucinato il pranzo ma poi si uni la cena del sabato sera da casa mia…il sabato sera che andavo da lui…prima mi portava a cena pagando meta’ ciascuno…poi lo ha evitato…cosi andavo il sabato e alla domenica si iniziava a pulire..lui con l’aspirapolvere e basta tutto il resto toccava a me..poi appena ti riposavi, ecco che ti indugeva di alzarti e preparare pranzo…poi lui andava a riposarsi e a me toccava stirare..alla fine era l’ora di accompagnarmi alla stazione e amen…ti chiamava a sua comodita’ al cell…poi dopo 6 mesi..mi dice di non adare perche’ e in crisi..io pensavo venuta dal lavoro la crisi ..ma lui mi diceva che doveva riflettere per noi…per 2 mesi non si fece sentire ..ma ogni tanto ti mandava un messaggio che stava ancora pensando…mentre io mi distruggevo dentro..pianti, non mangiavo piu’, volevo togliermi la vita..per fortuna delel amiche mi hanno aiutato..e quando pensavo di esserne uscita ecco che ti chiamava che le sono mancata..be care amiche per ben 2aa siamo andati avanti cosi ogni 6 mesi una crisi inesistente…e io soferente ..sempre nervosa anche con il badante che non centrava a nulla..mi distruggeva dentro..mi spezzo in tanti piccoli pezzi sofferenti…all’ultima crisi..lo lasciai…oggi deve ancora restituirmi la mia roba e prendersi la sua….ma dentro di me non provo piu’ nulla per lui…vorrei solo che si prendesse la sua roba e mi porta la mia…tutto qui…comunque e vero di non buttarsi in altri rapporti finche non si risolvono i propri ancora aperti perche’ pultroppo io mi sono imbattuta con un altro peggio di lui ma fini la storia immediatamente..sapete quando si sente quel qualcosa d’istinto e ti dice non e quello che dice di essere..be ame e’ capitato e lo avevo smascherato prima…grazie dei vostri commenti mi hanno aiutata…davvero

  75. melly Says:

    Ciao… anch’io misono innamorata di un uomo sbagliato… e dopo aver perso tempo e glianni migliori della mia vita .. mi ritrovo sola e senza nessuno a 40 anni. A questo punto l’orologio biologico che corre mi fa sentire angosciata. Non credo che mi innamorerò mai più, ma non per reazione, anzi pagherei perchè succedesse ancora con qualcun altro, ma semplicemente perchè mi ocnosco: non sono mai stata facile agli innamoramenti e poi quelli che mi piacciono sono inarrivabili in quanto già sposati o fidanzati con qualcun altra… Le circostanze non mi hanno mai aiutata in fatto di amore: tanti uomini che trovo belli e piacenti mi urlano addirittura in strada mentre mi ncontrano camminando “complimenti, come sei bella”, “che passo da pricipessa”, “principessa perchè sei triste?”, etc etc etc…(preciso che sono bella in modo assolutament enormale come tante di noi) ma ahimè…parlano per parlare, pensano semplicemente ad alta voce… non sono interessati a me e infatti non si fermano per rconoscermi…proseguono il loro cammino .
    Lo stesso al lavoro, insomma hanno tutti già la loro vita in cui io non c’entro.
    Veniamo al dunque: coloro che conosco e con cui entro veramnete in contatto non mi piacciono, sono uomini di cui non mii nnamorerei mai e poi mai. Tuttavia non sono stronzi, bensì educati e gentilissimi e propensi acostruire qualcosa con me.
    Un vostro consiglio: mi sposo con chi è semplicemente disponibile a farlo senza dare importanza al fatto che non lo amo per niente e che neanche mipiace più ditanto 8a cui però dare poi il proprio affetto e rispetto)?
    Esiste qualche altra donna che abbia sposato un uomo che non ama? O sarei l’unica al mondo a scegliere unn uomo che non ama per niente ? Ma che cosa potrei mai aspettare …. so che invecchierei senza ritrovarmi neanche un figlio, e sempre sola! Sono stufa di stare sola e di essere sola e di vivere sola, inutile e sterile qunto il mio dolore!. Si può riuscire a stare con un uomo senza alcuna attrazione fisica verso di lui?

  76. susele Says:

    x Melly: Mi viene in mente rossella o’hara: tanto innamorata di ashley .. ma strada facendo sposò tre tizi senza amore, il terzo è rett buttler, di cui però poi si sarebbe innamorata… “Le donne attendono l’uomo della loro vita e nel frattempo ..si sposano!” A volte le donne devono salvarsi da sole, non esiste nessun amore.

  77. Alessia Says:

    Melly io hconosco molto bene una donna che ha sposato un uomo che non amava solo per non restare da sola e ti posso dire che è stato un vero disastro, finito con un divorzio dolorosissimo di cui la prima a risentirne è stata la figlia che a 15 anni già va in analisi da 4. Che senso ha passare la vita con qualcuno che rispetti ok, ma che non ami e per cui non provi la minima attrazione fisica? Veramente si ha per forza bisogno di qualcuno per sentirsi appagati nella vita? Purtroppo l’amore non viene a comando, non si sceglie. Da quello che hai scritto tu, ti sei innamorata soltanto di uomini inarrivabili. Ovviamente la voglia di maternità in una donna è un istinto fortissimo che però, a mio avviso, non giustifica un matrimonio fasullo. Sposare un uomo che non si ama non è la soluzione. E poi non sarebbe nemmeno giusto nei confronti dell’altro che, invece, prova dei sentimenti. Molte donne si sono sposate convinte che l’amore sarebbe arrivato col tempo … quanti di questi matrimoni sono realmente durati? Le statistiche parlano chiaro: pochissimi. E’ meglio mettere al mondo un figlio e crescerlo in una famiglia dove c’è amore sincero oppure dove c’è rispetto ma sentimento forzato? Certe scelte non coinvolgono solo noi, ma anche chi ci sta intorno, specialmente i figli.

  78. lucaceleagabriele Says:

    L’articolo mi è piaciuto talmente tanto che ho voluto inserire un link in un analogo pezzo del mio blog. BRAVA!

    http://amentefresca.wordpress.com/2012/10/01/come-carta-moschicida-ovvero-amore-e-altre-forme-di-masochismo/

  79. David Says:

    Non che ve ne freghi molto, immagino, ma ecco la mia testimonianza di uomo: forse potrebbe aiutarvi a capire, forse no.

    La maggior parte di noi agisce nella fase di corteggiamento come se vivesse nel medioevo: e cioè vedi una donzella da lontano, ti piace e TE NE INNAMORI. Così, a scatola chiusa, solo perché ha qualcosa che ti attrae (nel viso, nel fisico, nell’atteggiamneto, in tutto questo insieme).

    Dopo di che fai di tutto per conquistarla, compreso mentire e spergiurare. Se la conquisti sei felice, e se gli eventi precipitano ti “metti con lei” o addirittura te la sposi. Prima di averla conosciuta davvero a fondo, oppure peggio NONOSTANTE averla conosciuta a fondo e aver capito che non ti entusiasma poi così tanto.

    Forse è un arcaico, antichissimo, innato maschilismo il nostro, fors ein fondo non ci interessa poi così tanto instaurare un rapporto DAVVERO paritario con una donna o davvero profondo. Fatto sta che a molti, davvero molti di noi capita di stare anni e anni con una donna solo perché un giorno ci è piaciuta a prima vista.

  80. mery Says:

    ciao amici miei se posso permettermi, sono passati mesi…vi racconto come e’ andata, mi ha cercata dicendomi che sta male dentro, che a volte vorrebbe morire…io le risposi e cosi…comincio di nuovo la nostra storia ma per pochi mesi, al suo compleanno mi propone Venezia, accetto , partiamo suo figlio taglia a scuola, ma fu un disastro quei 3gg a Venezia…non mi restituisce i soldi dei biglietti fa’ l’indiano come al solito vuole ma non da il dovuto,come si dice il gnugno…ho passato 3gg lui staccato, visitato venezia tra una stori e l’altra di indifferenza come se non esistevo…tornati a casa il gg dopo dice che e’ in crisi la 3° in 3aa…stacca il cell per paura che lo chiamo per capire in cosa consiste la crisi niente sparisce per 1 mese e poi riappare dopo che io ho cancellato il numero del suo cell…cio’e’ tutto…ho pianto molto ma tutto sommato andava bene cosi…incominciavo a comporre i pezzi causati da lui su di me…dopo un mese si fa’ vivo..dicendo che le mancavo…e cosi dinuovo insieme…ma dentro me qualcosa si e’ spezzato…conduceva il nostro rapporto a modo suo…erano diminuite le telefonate di colpo..le chiedevo come mai..lui era sfuggente le parlavo ed entrava in un silenzio catatonico, niente risposte nulla…muso e basta…dopo capodanno si prese come al solito il regalo e ma nulla…tornata a casa dopo 3gg con lui..4° crisi all’improvviso dopo un messaggio che si e giustificato che era il cugino e risposte nel mezzo della notte…capi che anche questa volta mi aveva tradita..come le altre volte delle sue assenze e se non funzionava tornava con me cercandomi e inventando scuse…anche a letto non mi toccava piu’, ero anche delusa dal fatto che non mi toccava come donna, ma pensava solo a se stesso…questa volta ho chiuso definitivamente con lui…certo che ti succhiano l’anima e soldi spesi per portarle questo e quello..mai restituiti..ho spedito io la sua roba in attesa che mi spedisca la mia…mi manda un messaggio dicendomi che non provava gia’ da tempo piu’ nulla per me…solo prche’ ho chiesto spiegazioni del suo comportamento…e probabile che ne ha incontrata un’altra…ma io non ne voglio piu’ sapere..voglio riprendermi la mia dignita’ di donna…e mettere in sesto i miei cocci dispersi da per tutto a causa sua..preferisco sola che vivere con un elemento del genere e non e’ il momento di impecorarsi in altre relazioni..meglio sola se e destino che lo debba essere ok…anche se le mie colleghe me lo avevano detto piu’ di 1 volta di lasciarlo…io l amavo piu’ di me stessa, e questo e uno sbaglio…non mi mancano i corteggiatori ..ma meglio tenerli alla larga…per adesso devo aquistare la serenita’…spero di non doverlo sentire mai piu’…mi sono sentita usata come donna delle pulizie e donna da letto…no come donna da amare…mi ha prosciugata del tutto sia di soldi che di affetto, lasciandomi alla dariva..ma ho le spalle larghe ne ho gia sofferto da giovane con il mio ex…uguale e autentico narcisista…cosi ne ho incontrato dopo 36aa che non uscivo con un uomo…e ci sono cascata per la 2° volta…donne amatevi di piu’ ma rispettatevi e fatevi rispettare ….se non state bene con un uomo parlatene e se lui non vuole amarvi lasciate…

  81. Alessia Says:

    Brava Mery, se un uomo non è disposto a parlare, a dare spiegazioni (più che dovute) e a risolvere i problemi lasciate perdere … questo non è amore.

  82. sara Says:

    pazzesco, tale e quale a me…..questo uomo ex compagno di scuola, la mia prima cotta di adolescente, lo rivedo dopo 30 anni e non mi sembra vero…ancora libero a 46 anni. Ci facciamo un bel viaggio mentale dicendoci reciprocamente che ci eravamo aspettati tutta la vita. Premuroso, generoso, presente. Mi sembrava un sogno. Lascio il mio compagno e vado a vivere in affitto con i miei due figli. Bam! Nel giro di un anno sono diventata per lui trasparente…..prima cenette nei locali piu’ in, dopo, una piadina alla baracchina, prima viaggi e week end insieme, dopo, cinema ogni 15 giorni, prima sesso incredibile, dopo sesso zero. Sono ancora sotto shock…ho pensato, tristemente, che mi volesse far capire che non mi amava e non aveva il coraggio di dirmelo, purtroppo tanti uomini fanno così. Lo lascio pensando che fosse quello che voleva…invece continua a mandarmi sms con scritto mi manchi..quasi ogni giorno. ma da allora non si è piu’ visto solo messaggi e non posso cambiare numero……come faro’ a riprendermi non lo so……..datemi un consiglio

  83. moni Says:

    io 4 anni di storia . .il primo anno vissuta a mille . .tanti ti amo . .poi man mano spariscono i ti amo . .sempre meno cercata sessualmente . .quando mi lamento per lui è una rottura . .sà solo dire io sono fatto cosi . .sono 4 anni che mi conosci . .i primi mesi mi diceva sempre che era freddo . .non era geloso e non capiva perchè invece con me gli veniva naturale . .che era la prima volta che si innamorava perchè di solito dopo un po si stancava . mi sono lasciata andare ed ora eccomi quà a soffrire perchè so bene che quei tempi non torneranno piu . .sono sempre andata avanti perchè è lunatico quindi nei giorni si compensa quelli no . .stiamo anche bene assieme . .il problema è che mi và bene non sentirmi importante 7 giorni su 7 però vorrei andare a concludere . .non sempre uscire a cena o a bere . .dormire con lui il sabato e poi scappare la domenica mattina visto che vive con il padre . .quindi ieri da una litigata si è finiti sul discorso matrimonio . .io per la prima volta gli ho detto che vorrei sposarmi un giorno o l’altro . .lui mi ha risposto che questa vita non fà per lui . .non perchè sono io il problema ma lui non ci si vede . .che quando và a cena con i clienti tutti si lamentano delle mogli . .che al giorno d’oggi tutti si separano e andrà sempre peggio . .che lui in casa ha un caratteraccio perciò durerebbe 2 mesi . .insomma con calma mi ha spiegato che da lui non posso avere aspettative . .io mi sono sentita morire . .una persona che ami alla follia che ti dice che quello che cerchi tu non combacia con il suo modo di vedere . .4 anni di sentimenti al vento e ora mi sento persa . .

  84. Melisandra Says:

    Buongiorno a tutte,e grazie a tutte dei vostri commenti.
    Vi scrivo per raccontarvi anche io la mia storia. Sono fidanzata da 12 anni, siamo cresciuti insieme. Lui è un ragazzo meraviglioso pieno di mille interessi, stimolante, curioso, dolcissimo quando vuole. Il problema è che è anche bugiardo, e che quando è di cattivo umore, il che succede abbastanza spesso tende ad annientare con le parole chi gli sta intorno. Lo fa con me ma lo fa anche con sua madre. Lui distrugge, si sfoga e vomita parole taglienti e poi torna in sè. In questi 12 anni ci sono stati molti alti e bassi, perchè lui fa in sostanza il bello e il cattivo tempo nella nostra storia. Io d’altronde sono molto sensibile e non dimentico nulla e ogni sgarbo me lo segno e ci costruisco su mille paranoie psicologiche. Nel 2008 io parto per un anno di lavoro all’estero e lui mi raggiunge per un mese e mezzo durante le vacanze. Nel 2009 torno e nel 2010 ripartiamo con un’ong per 6 mesi, insieme questa volta perchè abbiamo fatto lo stesso tipo di università in cooperazione e sviluppo appunto. Nel 2011 siamo ognuno a casa sua e nel 2012 viviamo insieme in un monolocale. Torniamo a settembre del 2012 ognuno di nuovo a casa sua causa mancanza di lavoro. Scatta la crisi, io sento che lui è distante e mi ferisce intimamente con alcune affermazioni, a novembre lo lascio e dopo due mesi lui esce con un’altra, sebbene continui a chiamarmi e a dirmi che io sono tutto e addirittura il giorno dopo che esce con questa vede me. Io esco di testa quando scopro che è uscito con un’altra, e lui mi dice che è perchè io non lo volevo più. Allora io gli dico che lo rivoglio e così ora è da un paio di settimane che siamo andati di nuovo a vivere insieme ma io ho scoperto mille ombre nel suo passato. Ho scoperto che questa tipa con cui è uscito l’ha conosciuta due anni fa e che già a settembre appena tornati lui l’ha cercata. Ho scoperto che ha scritto su siti di sesso e che ha creato più account email che mi ha nascosto. Cosa devo fare? Io sono legatissima a lui perchè siamo cresciuti insieme, abbiamo tutta una vita e un mare di interessi insieme. A settembre però lui cercava altro, anche se lui dice di esserci uscito e di non aver provato niente per lei. Lo so che in 12 anni una crisi ci può stare ma è la terza volta che lui ricerca in una realtà virtuale una scappatoia a noi. Io non capisco se devo interpretare tutta questa ricerca di sesso virtuale e di contatti con altra ragazze come un campanello d’allarme o se invece è normale

  85. Alessia Says:

    Melisanddra io non credo sia normale che un uomo, dopo 12 anni, cerchi una realtà virtuale che oltretutto tiene nascosta. Le crisi ci possono essere, ma una persona che mente io non la vorrei accanto, nemmeno se fossimo insieme da 20 anni. Poi scusa, vi lasciate e dopo poco lui esce con un’altra? Una che ha persino conosciuto prima? E’ facile dire “per me lei non conta nulla, l’ho fatto solo perchè non mi volevi più” … è la scusa più banale che esista. Chi ti ama sul serio non ti lascia scappare, ma lotta per restare con te superando tutti i problemi che possono nascere all’interno di una coppia. Quando la persona che ami ti mente (e tu lo scopri) secondo me è meglio lasciar perdere perchè potrebbe mentire anche su cose molto più gravi di email e account non detti.

  86. Melisandra Says:

    Cara Alessia, il fatto è che io ho provato a stare senza di lui e sto malissimo, come faccio?

  87. Alessia Says:

    Capisco che stai male, ci sono passata anche io. Ma sono sofferenze che, credimi, si superano. Dobbiamo volere bene a noi stesse, dobbiamo difendere con i denti la nostra dignità e non farci calpestare in nome dell’amore. Perchè questo non è amore.

  88. Melisandra Says:

    Grazie Alessia

  89. valex Says:

    anche io sono incappata nell’uomo freddo, senz’anima, egoista…mi ha sedotta ed abbandonata prima ancora che me ne accorgessi! nell’ultima telefonata ha tenuto a sottolineare che il problema ero io e che addirittura io avro’ problemi a trovare qualcun’altro, cercando cosi di comprimere la mia autostima! ma io sono una persona molto forte e ho stima di me stessa! mi voglio tanto bene e voglio sempre il meglio! ricordatevi tutti: quello che si semina si raccoglie”!!!

  90. Alessia Says:

    Brava Valex ;-)

  91. Dottor Byron Says:

    Vi lasciate troppo troppo troppo TROPPO guidare dall’istinto!!!
    Pensate con la testa e non con la patata che avete tra le gambe e farete meno errori!
    Perché i guai, ammettetelo, il più delle volte ve li andate a cercare eh!
    Ma tanto, che ve lo dico a fare? :(

  92. Ely Says:

    Ciao, io purtroppo da qualche anno a questa incontro sempre gli stessi uomini che mi fanno ripercorrere sempre gli stessi schemi sbagliati. Brillanti all’inizio, anche troppo, entusiasti e divertenti. Tu parti con i piedi di piombo per evitare l’ennesima fregatura e quando poi cominci a lasciarti andare si rivelano quello che realmente sono. Incapaci di rinunciare a una serata con gli amici, non si fanno sentire per dei giorni e ti chiamano il giorno dopo come nulla fosse successo…Ragionandoci insieme sembrano persone capaci di “intendere e volere” e quando gli dici che non vuoi essere presa in giro…rifanno esattamente quello che avevano fatto pochi giorni prima..Sono proprio stufa…

  93. Barbara ^^ Says:

    Ciao, mi chiamo Barbara, ho 42 anni, quasi un anno fa ho conosciuto uno, separato dalla ex,con cui ha una figlia. Lui all inizio, a parole,si diceva in cerca dell anima gemella, diceva che vorrebbe rifarsi una vita ed una famiglia…. ci parlavo bene,ed ho creduto che avrebbe potuto funzionare,stavolta…. mi disse che la sua ex era aggressiva e che lui aveva bisogno di tempo,di nn sentirsi pressato, ci siamo visti due volte ed era gentilissimo, rispettoso, e affettuoso, ma poi, nella vita di tutti i giorni quando nn potevamo vederci spariva,tutto il giorno mai una chiamata,un sms…. per questa sua freddezza varie volte ho interrotto tutto, poi o lui o io ci ricercavamo, ora penso che, nn tornerò + indietro…. nn voglio cercarlo più,,,, ma,detto fra noi, ci penso tantissimo…. e vabbeh, mi passerà, il mio orgoglio mi ha salvata… quando vengo snobbata mi arrabbio e provo a reagire…. avendo troncato spesso nn ho molti ricordi da dimenticare,con lui… ma mi sento cretina,,e mi pare che,con tutte le cacchiatye romantiche che sparava ll inizio mi sento un pò truffata….. un saluto a tutte e tutti

  94. Silvia Says:

    Ciao! Anch’io ho conosciuto un uomo freddo, anaffettivo è distaccato che dopo 2 mesi di bugie mi ha raccontato che ora è confuso; il primo giorno che siamo usciti mi parlava di matrimonio e famiglia e dopo qualche settimana spariva per interi week end a Roma e altre città. Credo sia un narciso egoista e egocentrico, la settimana scorsa nel passeggiare gli ho messo la mia mano tra il suo braccio e lui mi ha allontanata. Non so come abbia fatto a uscire per 2 mesi con un verme del genere, bugiardo e cattivo. Mi sono ripromessa che non uscirò’ con lui mai più.
    Donne prendete le distanze da individui del genere alla Dr. Jackill e Mr Hyde, vi peggioreranno solo l’esistenza. Il motto di ogni donna dovrebbe essere ‘chi non mi ama non mi merita’
    Ciao Silvia

Rispondi al post