Skipchen, il cafè dove si serve cibo riciclato

skipchenSe cade del cibo per terra, cosa fate? Se siete tra quelli che “al diavolo le (finte) questioni igieniche, viene buttato un sacco di cibo inutilmente” lo raccogliete e lo mangiate felicemente, allora lo Skipchen Caf√® √® ci√≤ che fa per voi! Quello che servono √® cibo buono, ma scartato, per vari motivi, dalla grande distribuzione, e il prezzo del pasto … lo decidete voi!

Se vi cade del cibo sul pavimento:

A. lo buttate via e vi lavate le mani per i cinque minuti successivi
B. lo date al cane
C. rimuovete la polvere e lo mangiate lo stesso perchè è uno scandalo sprecare il cibo quando così tante persone al mondo soffrono la fame.

Se la vostra risposta √® la C, allora potrebbe interessarvi visitare un caf√® veramente originale nel Regno Unito chiamato Skipchen, che utilizza il cibo scartato e prelevato dai bidoni della spazzatura dei supermercati e dei ristoranti, per dar da mangiare ai suoi clienti. Skipchen √® un neologismo: √® una combinazione tra “skip” (bidone) e “kitchen” (cucina).

Questo caf√® no-profit vuole sensibilizzare la consapevolezza a proposito dell’enorme quantit√† di cibo sprecato in Gran Bretagna. Milioni di tonnellate di alimenti vengono gettate ogni anno nel Regno Unito, per un costo che si aggira intorno a ¬£5 miliardi. “Prendiamo il cibo dappertutto”, dice il manager di Skipchen Sam Joseph. “Se il cibo commestibile finisce nei cassonetti √® sbagliato”.
Skipchen si sta rivelando popolare tra un’ampia gamma di clienti che decidono quanto pagare per un pasto. Il menu √® sempre diverso, dipende da cosa si trova, ma ha incluso anche aragoste, omelette al gorgonzola e insalata di mare.
“√Č molto divertente”, dice lo chef Dylan Rakhra. “Vedi cosa hai disponibile, crei i pasti e li servi. Le persone lo adorano!” Questo caf√® √® stato il secondo ad aprire - il primo ha aperto a Leeds e ora ce n’√® un altro a Bristol.

Quando era uno studente universitario, Joseph ha mangiato per diversi anni cibo preso dai cassonetti dell’immondizia. Ora vive con ¬£5000 che ha risparmiato per non aver acquistato cibo nei negozi. Dice Joseph: “Io e i miei amici abbiamo vissuto fuori dai cassonetti dell’immondizia dei supermercati per anni, pensando che fosse una cosa da pazzi poter sopravvivere senza spendere soldi. La quantit√† di cibo che trovavamo era troppa anche per me e i miei amici”.

Parte del cibo utilizzato da Skipchen √® donato, ma molto viene trovato nelle fattorie e nei bidoni dell’immondizia fuori dai ristoranti e dai supermercati. Dopo l’orario di chiusura lo staff di Skipchen (tutti volontari) va in cerca del cibo che ha superato la data di scadenza, ma che √® ancora sicuro da mangiare. Gli skippers - cos√¨ vengono chiamati - guardano i commessi dei suoermercati gettare via il cibo e subito dopo vanno a rimuoverlo, il pi√Ļ in fretta possibile.

Ma non c’√® la possibilit√† di un’intossicazione alimentare? Specialmente quando alimenti come la carne sono stati fuori dal frigo per un p√≤? “Sono consapevole dell’igiene e della sicurezza del cibo”, dice Joseph. “Lo mettiamo in frigo subito”.
I suoi clienti sono eclettici e variano da uomini d’affari a hipsters, da senzatetto a disoccupati. I clienti possono pagare quanto vogliono perch√® Joseph crede che sarebbe “immorale” trarre profitto dal cibo che √® sostanzialmente gratuito.

Per maggiori info: Facebook.com/bristolskipchen

[Articolo tratto dal mensile SpeakUp, maggio 2015. Traduzione di Alessia Angeli]


Argomenti: , ,

Ritieni questo post utile o interessante?
Condividi

Leggi anche:

  • Non ci sono articoli correlati

Rispondi al post